18 febbraio 2011

Ozzy Osbourne e il genoma Neanderthal

Ozzy Osbourne, il trasgressivo leader del gruppo heavy metal Black Sabbath, che in gruppo e come solista ha venduto oltre 50 milioni di dischi nel mondo, si è fatto sequenziare il genoma presso una società di Saint Louis (Knome Inc.). E' la prima rockstar a farlo in assoluto. All'artista, reduce da una vita di eccessi, quando gli è stato chiesto perchè avesse voluto farlo ha risposto così:

" Ero curioso... Date le piscine di alcol che ho trangugiato in questi anni, per non parlare di tutte le dosi di morfina, cocaina, sonniferi, sciroppo per la tosse, LSD, Rohypnol ecc. non c'è davvero alcuna spiegazione medica del perché dovrei essere ancora vivo. Forse il mio DNA potrebbe rivelare il perché. "

Il genoma ha infatti evidenziato che l'artista avrebbe in corpo un 10% del genoma dell'Homo di Neanderthal e questo avrebbe potuto metterlo al riparo dalla smisurata quantità di sostanze tossiche assunte. Ovviamente non raccomandiamo a nessuno di seguirne l'esempio; anche perchè Ozzy ha avuto anche svariati problemi con la legge, è caduto spesso in depressione e avrebbe tentato il suicidio almeno 14 volte. Ciò nonostante meraviglia il fatto che quest'uomo goda oggi di una discreta salute e il sequenziamento del DNA potrebbe rivelare come ha fatto a resistere a una vita con tali eccessi.

Nessun commento: