2 gennaio 2011

Campi di fragole robotici



Ricollegandomi al post Addio Catena di montaggio – a meno che tu non sia un robot voglio segnalare un articolo di Singularity Hub Japan’s Robot Picks Only the Ripest Strawberries (video).

Non solo i robot stanno sostituendo gli umani nelle catene di montaggio in compiti sempre più delicati grazie allo sviluppo di attuatori sempre più avanzati, ma stanno iniziando a fare la loro comparsa anche nel campo dell’agricoltura, che usa ancora moltissima manodopera umana.

Chi conosce il concetto di Vertical Farming può ben comprendere come si sposi perfettamente con la meccanizzazione spinta e la robotizzazione avanzata dell’agricoltura. Non solo per le fragole, ma per tutti i tipi di frutta e verdura. Le fragole in Giappone sono solo l’inizio. Altri tipi di frutti di bosco seguiranno. Poi la tecnologia, con il discendere dei costi e ripagati gli investimenti, potrà essere applicata anche a prodotti meno costosi come pomodori , zucchine, peperoni e melanzane. Il tutto per fornire al consumatore cibi migliori sia dal punto di vista del sapore che nutritivi.

Il maggiore problema per l’implementazione di questa tecnologia in Italia è l’elevato costo dell’energia elettrica. Ma, forse, se il piano per il nucleare va avanti potrebbe essere superato. A me non dispiacerebbe se, di fianco all’ipermercato, costruissero una fattoria verticale di 10 piani per produrre frutta e verdura fresca. Questo darebbe un significato differente alla frase “dal produttore al consumatore” e allo slogan “cibo a km zero”.

Related articles:

Nessun commento: