29 ottobre 2010

Memoria flessibile fatta di transistor con nanofili

I ricercatori del Regno Unito hanno creato un nuovo tipo di memoria flessibile, non-volatile, che potrebbe un giorno essere utilizzata per memorizzare un maggiore quantità di informazioni per gadget e dispositivi.

Il dispositivo memorizza elettricamente i bit di informazione utilizzando la conducibilità di transistor su scala nanometrica in ossido di zinco. Inoltre è non volatile, nel senso che conserva i dati quando l'alimentazione viene spenta, come le memorie flash a base di silicio che si trovano in telefoni intelligenti e schede di memoria. La nuova memoria non può immagazzinare informazioni tanto a lungo quanto la flash, è più lenta e ha meno cicli di scrittura, ma potenzialmente se ne può fabbricare una più piccola e più compressa.

Il suo principale vantaggio: è fabbricata utilizzando semplici processi a temperatura ambiente, in modo che può essere collocata nella parte superiore di materiali plastici flessibili. La memoria di nanocavi può, per esempio, essere integrata in display flessibili e in in spazi molto ristretti all'interno di telefoni cellulari, lettori MP3 e carte di credito. Fonte: Technology Review

Nessun commento: