9 agosto 2010

Se fa qua-qua come un’anatra, è un attivista di Greenpeace

Riprendo un articolo di Carlo Stagnaro pubblicato da Chicago Blog al riguardo della battaglia guerra di Giorgio Fidenato e dell'Associazione Futuragra, di cui abbiamo già riferito in passato su questo blog, per la libertà di impresa e di utilizzo di tecnologie moderne.

Il 30 Luglio, una squadra delle Sturmabteilung di attivisti di GreenPeace è entrata con la forza nel campo di proprietà di Giorgio Fidenato dove questi aveva seminato 6 (sei) semi di mais transgenico e lo ha devastato. Il sito di "la Repubblica" ha le foto dell'azione criminale di protesta. Dalle foto si può notare la somiglianza delle divise usate dai membri di Greenpeace con quelle di un' altro gruppo preoccupato con la purezza genetica.



Le foto sono tratte dalla Wikipedia. Quelle di Repubblica mostrano, oltre ai comuni squadristi attivisti mascherati, anche un ufficiale delle SS-Totenkopfverbände intento ad organizzare lo sterminio delle 6 piante razzialmente impure (ma non c'è una legge in Italia contro il burka travisarsi durante una manifestazione?).

Il mio dubbio è se sono io che sto facendo satira e parodia oppure sono i politici italiani; come l'On. Ranieri (Lega Nord) che critica gli OGM, ma li usa per dar da mangiare alle sue mucche ( FUTURAGRA, L’ON. RAINIERI USA MANGIMI OGM NEI SUOI ALLEVAMENTI. APPREZZAMENTO PER EQUILIBRIO MOSTRATO DAL MINISTRO GALAN) oppure la Coldiretti, che si unisce ai manifestanti anti-OGM e anti-Fidenato ma, di certo, vende mangimi OGM nei suoi consorzi agli allevatori (perché in Italia 3/4 dei mangimi sono importati e OGM). Per non dire del Governatore del Veneto Zaia, che approva, dalla sua poltrona, le azioni illegali e criminali di un gruppo di privati che si fanno le leggi da soli e le impongono agli altri. Oppure dei giornali che al 95% (cioè a parte il Foglio - aspetto segnalazioni di altri giornali) sostengono acriticamente le tesi di Greenpeace e delle lobby parassitarie che vivono di sussidi statali a spese dei cittadini onesti.

Più passa il tempo e più spero che la tecnologia del Seasteading maturi abbastanza da diventare usabile (in attesa della colonizzazione dello spazio). Così le persone oneste e produttive potranno fare "Ciao, Ciao" con la manina a quelli che vivono del loro lavoro e dirgli "Visto che non vi piacciamo, ce ne andiamo. Non vogliamo imporvi la nostra presenza".

OGM: tra autorizzazioni e procurati allarmi
Se fa qua-qua come un’anatra, è un attivista di Greenpeace
Squadrismi verdi
LE IMMAGINI DEGLI ABUSI DI GREENPEACE! DENUNCIATI!

5 commenti:

Estropico ha detto...

All'anomino lettore che pensa questo post sia "squallido" e "robaccia": sono certamente disposto ad approvare i commenti critici, ma solo se il rapporto insulti/punti di vista interessanti (e on topic) e' a favore di quest'ultimi...

Ciao,
Fabio

Bugbear ha detto...

bellissimo l'articolo sul Seasteading

extropolitca ha detto...

Non ho neanche fatto a tempo a scrivere l'articolo di denuncia delle azioni di GreenPeace che ci si sono messi pure i Disobbedienti il 09/08/2010. Al link sotto le foto dell'azione criminale.

ECCO LE FOTOGRAFIE DELLA VIOLAZIONE DI PROPRIETA' DEI NAZICOMUNISTI VERDI, CHE PRODITORIAMENTE HANNO DISTRUTTO IL MAIS COLTIVATO SUL CAMPO DI GIORGIO FIDENATO. CAMPO, PERALTRO, GIA' POSTO SOTTO SEQUESTRO.

Zaia non ha approfittato dell'occasione per stare zitto.

Da tempo avevo il dubbio su che genere di politico fosse Zaia, ma adesso non ne ho più.

Per quel che riguarda la mia posizione sulla privatizzazione TOTALE della ricerca scientifica e tecnologica e delle università, basti dire che a comandare il manipolo di eco-nazi-comunisti che ha distrutto il campo di Fidenato c'era un tal Luca Tornatore, ricercatore veneziano che lavora all’università di Trieste (sic!) e portavoce dei Centri sociali del Nord Est e dell’Associazione Ya Basta. Sentite la sua dichiarazione: «l’azione è rivolta contro la violenza che gli Ogm portano sull’ambiente e per gli esseri umani. La vita viene così messa a disposizione del mercato e del profitto».

I criminali sono stati denunciati alla Procura della repubblica di Pordenone, ma quanti sono pronti a scommettere che saranno condannati? O processati? e che sconteranno la pena?

Io no.

Anonimo ha detto...

Nel commento che mi avete censurato mi riferivo esplicitamente alla forma (difatti iniziavo con "I toni di questo post..."), non al contenuto (che in parte condivido).
Invece di considerare il mio commento come il segnale che alcuni lettori (e non credo proprio di essere l'unica) trovino piuttosto fastidioso lo squallore di certi modi di esporre le proprie idee (cercando poi di giustificarlo in modo ridicolo con la scusa della satira, che è tutt'altro), avete pensato bene di zittirmi con la lezioncina "rapporto insulti/punti di vista interessanti".
Se questa è la nuova "linea editoriale" che intendete assumere, nessun problema, semplicemente avrete una lettrice in meno. Il mio poco tempo libero è troppo prezioso per buttarlo via a leggere sfoghi sgraziati.

Saluti,
Claudia

Estropico ha detto...

Cara Claudia:

1) ovviamente sei libera di leggere o non leggere quello che preferisci

2) che la tua critica si riferisse solo alla forma non mi era chiaro, leggendo il tuo primo commento, ma se ho capito male chiedo scusa. Aggiungo pero' che anche la tua di forma non era esattamente il massimo del bon ton, forse per tenere il passo col tono certo non tenero del post di Mirco :-)

4) questo e' un blog a piu' voci e ognuno dei blogger esprime la propria opinione in piena liberta'. Inoltre, "le opinioni espresse dai vari blogger di Estropico, in questa o in altre sedi, non rappresentano necessariamente le opinioni di Estropico o degli altri blogger (e viceversa)", come spiegato qui: http://estropico.blogspot.com/p/chi-siamo.html

3) il "rapporto insulti/punti di vista interessanti" di questo tuo secondo commento non mi sembra un gran miglioramento rispotto al precedente. Lo pubblico solo per chiarire qualche punto, fra i quali quello che non e' questione di "censura"...