6 agosto 2010

Il 2050 secondo gli americani

Il cancro e' un lontano ricordo, i viaggi spaziali sono una cosa quasi di tutti i giorni, e' possibile chiaccherare con un computer come con un essere umano. Il rovescio della medaglia: le guerre proliferano, la temperatura sale, l'energia manca e il terrorismo nucleare e' una realta'. Questo il 2050 secondo un sondaggio condotto sul pubblico americano dal Pew Research Center for the People & the Press. Il tutto per conto della rivista Smithsonian, la quale festeggia il suo 40mo compleanno con uno speciale sul futuro: Life in 2050. Noto pero' che i video dello speciale sembrano tendere al pessimismo, come esemplificato dal quello dell'ecocatastrofista Bill McKibben (gia' noto da queste parti per il suo Enough, in cui attacca le tecnologie previste e sperate da noi transumanisti quali tecnologie per l'estensione della vita, nanomedicina, etc). Carina le sezione 40 Things You Need to Know about the Next 40 Years.

Qualche altro risultato del sondaggio:

-il 46% si aspetta che la Cina prenda il posto degli USA come principale superpotenza, ma il 49% non crede che cio' avverra'
-l' 81% dei rispondenti ritiene che un computer avra' superato il test di Turing
-il 66% che gli arti bionici offriranno funzionalita' superiore agli arti naturali
-il 71% che il cancro sara' stato sconfitto
-il 63% che astronauti arriveranno su Marte
-il 50% che avremo prove dell'esistenza di altra vita intelligente nell'universo
-il 51% che specie estinte saranno ricreate tramite la clonazione
-il 48% che un essere umano sara' stato clonato
-il 42% che sara' possibile "leggere il pensiero" con tecniche di scanning
-il 64% che le versioni cartacee dei giornali non esisteranno piu'
-il 63% che il denaro sara' esclusivamente elettronico
-il 74% che l'energia verra' principalmente da fonti alterative
-il 50% non si aspetta miglioramenti dal punto di vista ambientale, ma il 47% e' piu' ottimista (gli intervistati sotto i 30 anni di eta' sono i piu' pessimisti)
-il 66% si aspetta un innalzamento del clima
-l'89% si aspetta una donna presidente e il 69% si aspetta un presidente ispanico
-il 58% si aspetta un'altra guerra mondiale
-il 41% si aspetta il ritorno di Gesu' Cristo (!!), ma il 46% e tutt'altro che convito che cio' accadra'...

Immagine: alcuni dei risultati del sondaggio

3 commenti:

Gesù Cristo di ritorno ha detto...

Cos'è l'"innalzamento del clima"? ;)
Forse voleva essere "incremento della temperatura globale"?

Estropico ha detto...

Esatto. Pero' mi hai fatto venire il dubbio sulla mia traduzione. Sono andato a controllare e ho trovato che la frase e' molto usata (e anche da gente che l'italiano lo dovrebbe sapere meglio di uno che vive all'estero da vent'anni come il sottoscritto):

http://www.google.it/search?hl=&q=%22innalzamento+del+clima%22&sourceid=navclient-ff&rlz=1B3GGGL_en-GB___GB359&ie=UTF-8

Ciao,
Fabio

Dantismo ha detto...

Beh lo Italiano è una lingua volgare, intraducibile alla moltitudine e dinamica parabolante verso il basso da cui proviene. Secondo me ci azzeccano tutt'eddue.
No, dai, seriamente, da Toscano mi vien da vomitare con: "L'innalzamento del clima".

Se s'alza la caluria pensa alla penuria! Abbiam paura del Mondo che s'infuria.