24 maggio 2010

Ventitre modi di morire...

Le ventitre cause di morte piu' comuni (in America, al 2006) e la loro frequenza:

1) cardiopatie - 1 su 6
2) cancro - 1 su 7
3) emorragia cerebrale - 1 su 28
4) incidenti stradali - 1 su 85
5) suicidio - 1 su 115
6) avvelenamento accidentale - 1 su 139
7) cadute - 1 su 184
8) incidenti stradali (passeggeri) - 1 su 272
9) arma da fuoco (omicidio) - 1 su 300
10) incidenti stradali (pedoni) - 1 su 623
11) incidenti stradali (motociclette) - 1 su 802
12) annegamento - 1 su 1.073
13) incendi - 1 su 1.235
14) incidenti stradali (ciclisti) - 1 su 4.147
15) incidenti aerei - 1 su 5.892
16) arma da fuoco (accidentale) - 1 su 5.981
17) eccessiva esposizione al calore naturale - 1 su 6.174
18) folgorazione elettrica ("scossa"), esposizione a radiazioni, temperatura, pressione - 1 su 9.412
19) tempeste e simili - 1 su 51.199
20) punture di api/vespe - 1 su 62.950
21) folgorazione da lampo - 1 su 81,701
22) attacco canino - 1 su 119.998
23) terremoti - 1 su 154.597

Morboso? No, "conosci il tuo nemico"... Qui una versione "pop" della lista qui sopra, qui (Pdf) una versione piu' seria, sul sito del National Safety Council americano, contenente una bella rappresentazione grafica dei dati qui sopra. Tra le molte sorprese, la predominanza degli "incidenti stradali" che non sono in cima alla classifica solo in quanto, sospetto, soddivisi in ben cinque sottocategorie, e come sia piu' rischioso viaggiare in bicicletta che in aereo...

1 commento:

Anonimo ha detto...

Un paio di commenti:

La pagina http://www.nsc.org/news_resources/Documents/nscInjuryFacts2011_037.pdf fornisce una rappresentazione sbagliata delle proporzioni.
Basta confrontare la dimensione dell'area che dovrebbe rappresentare 1/1 con l'area che dovrebbe rappresentare 1/6 o 1/7 (anche nel caso in cui questi venissero sommati, e che quindi darebbero circa 1/3)

Inoltre volevo segnalare l'interessante sito Death Risk Rankings della Carnegie Mellon University