12 maggio 2010

Nazioni Unite: crescono le aspettative di vita globali


Leggo, su WorldHealth.net, che le aspettative di vita media globali sono passate dai 47 anni nel periodo dal 1950 al 1955, ai 68 anni dal 2005 ad oggi. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, si vive piu' a lungo grazie a miglioramenti igienici e nutrizionali (soprattutto nelle nazioni in via di sviluppo, immagino) e grazie all'impatto del progresso medico sulle malattie trasmissibili. Con l'eccezione dell'Africa sub-sahariana, dove HIV/AIDS rimane un'emergenza, la principale causa di morte non sono piu' le malattie trasmissibili, ma quelle non-trasmissibili. Il problema con queste stime delle aspettative di vita, pero', e' che includono la mortalita' infantile, spesso tragicamente alta in molti paesi in via di sviluppo. Qui la pagina di Wikipedia con una lista delle nazioni del mondo in ordine di aspettative di vita (il Giappone e' in testa, l'Italia e' dodicesima).

Immagine: aspettative di vita maschile - qui quella femminile (da Wikipedia). La sbarra a sinistra indica gli anni stimati per le varie aree geografiche.

Nessun commento: