31 maggio 2010

Carburante sintetico al 100% per jet


Accelergy Corporation ha iniziato la produzione di carburante sintetico per jet ricavato dal carbone e da biomasse che sarà valutato dall'USAF come termine di paragone per i carburanti sintetici al 100%. Fino ad ora si era arrivati solo fino al 50% per le applicazioni aeronautiche. Il fatto che il più importante consumatore di carburante per aerei del mondo, l'United States Air Force, abbia deciso di utilizzare carburanti sintetici al 100% indica non solo la decisione di rendersi indipendenti dai rifornimenti provenienti da paesi terzi, ma anche l'economicità di produrre carburante per aerei utilizzando questi processi industriali. In uno studio di un paio di anni fa, risultava che con un prezzo del petrolio superiore ai 40$ al barile, la produzione di carburanti partendo dal carbone (CTL - Carbon to Liquid) era economicamnte competitiva. Gli USA hanno enormi riserve di carbone (e altro) inutilizzate. Con un prezzo stabilmente sopra i 50$ al barile (grazie allo sviluppo di Cina e India) investire in impianti industriali che trasformino il carbone in carburanti liquidi è un investimento sicuro al 100% o quasi. Chiunque scommetta sulla scarsità di carburanti liquidi a causa dell'esaurimento dei giacimenti di petrolio conosciuti sbaglia. Quello che si sta esaurendo è il denaro facile per i regimi oppressivi di tutto il mondo.

Green Car Congress: Accelergy Begins Production of Synthetic Jet Fuel from Coal and Biomass; USAF to Evaluate for 100% Synthetic Fuel Use

Immagine: T38 Jet Trainer, by SkipSteuart

Nessun commento: