13 aprile 2010

OGM e campagne oscurantiste degli ambientalisti


Non dimentichiamo mai che la paura è lo strumento più efficace per manipolare le persone. Che i prodotti transgenici non abbiano effetti negativi sulla salute umana è provato dai decenni di consumo negli Stati Uniti e in tante altre parti del mondo, sono piuttosto le campagne horror sul cibo frankenstein a essere nocive. Ma la paura è sfruttata con astuzia da movimenti ideologici e ambientalisti oscurantisti che fanno finta di ignorare la maggior parte della comunità scientifica che sostiene gli Ogm come prodotti sicuri approvati da centinaia di centri di ricerca pubblici. E sono in arrivo, nei prossimi cinque anni, centinaia di nuovi OGM, per la maggior parte frutto della ricerca pubblica, vedi questo documento del cento studi JRC della Commissione Europea. La campagna di Greenpeace si rileva per la dura opposizione antiprogressista che sta consolidando quel fronte trasversale neoluddita che va ormai dalla destra alla sinistra, ora con un bus no-Ogm girano l'Italia seminando ragioni false e dimenticando che gran parte dei prodotti alimentari sulla nostra tavola sono geneticamente modificati: eclatante è la tecnica del bombardamento con radiazioni che viene fatta normalmente in laboratorio sui vegetali. Semi e piante vengono irradiati con raggi X e raggi gamma per sconvolgere il patrimonio genetico in modo casuale e da quella casualità, su 1000 casi si selezione quello che ha per qualche motivo sviluppato un carattere utile alla coltivazione. Duemila varietà di frutta e verdura che noi mangiamo, sono derivate da questi processi di bombardamento di radiazioni. Molte varietà di pomodoro che mangiamo, sono l’incrocio di quattro varietà diverse. Questa verdura e frutta che noi consumiamo ha un patrimonio genetico che non ha nulla di “naturale”, inteso per naturale quello che intendono gli anti-Ogm. Riporto le notizie riguardanti questa campagna per dare aggiornamenti sulla questione visto che il blog se ne è occupato fin dal caso Futuragra.

"La Commissione di Barroso sta sguazzando in un pericoloso esperimento genetico, cercando di imporre con la forza gli Ogm ai cittadini europei - afferma Federica Ferrario, responsabile della Campagna OGM di Greenpeace. - L'Italia non vuole e non ha bisogno di Ogm, chiediamo al Governo italiano di adottare con urgenza le clausole di salvaguardia nazionale per impedire la coltivazione in Italia di mais e patate transgenici, e a livello europeo l'adozione di una moratoria sull'approvazione degli Ogm. Un atto dovuto per preservare la nostra agricoltura e il nostro cibo dai pericoli e dalle contaminazioni legate agli organismi geneticamente modificati» conclude Ferrario.

"Gli OGM sono inutili e nocivi". Questa la frase apposta da Gianni Alemanno sulla facciata del furgone "No OGM" di Greenpeace in tour per il vecchio Continente che recentemente ha fatto tappa a Roma davanti al Colosseo.

Anche il Sindaco della Capitale, dunque, come molte altre autorità in Europa prima di lui, arrampicandosi su una scala ha voluto siglare il pulmino dell'associazione ambientalista per ribadire la sua contrarietà all'ingresso degli organismi geneticamente modificati a Roma e, in generale, in Italia. Caso vuole proprio nel giorno in cui il decreto che nega la messa in coltura di ibridi di mais transgenici voluto da Zaia è stato controfirmato dal Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo e quello della salute Fazio. Fonte: GreenMe

Ripubblicato su Fai Notizia

2 commenti:

Estropico ha detto...

Leggo su questo blog* che Galan potrebbe essere il prossimo ministro dell'Agricoltura e che, *forse*, potrebbe essere meglio, o meno peggio, di Zaia dal punto di vista degli Ogm: "Per lo meno Galan, nel suo fino ad ora non occuparsi di agricoltura, è riuscito a non rendere il Veneto una Regione OGM-free, speriamo che la cosa sia di buon auspicio"

*http://biotecnologiebastabugie.blogspot.com/2010/04/aspettando-galan.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+BiotecnologieBastaBugie+%28Biotecnologie%3A+Basta+Bugie!%29

Lancillotto ha detto...

Almeno lo speriamo... ;)