22 marzo 2010

Metformina: un medicinale in uso da mezzo secolo rallenta l'invecchiamento?

Ouroboros ci ricorda che la lista delle sostanze anti-invecchiamento non include solo star recenti come resveratrolo e rapamicina, ma anche un medicinale per il trattamento del diabete usato dagli anni '50 che sembra replicare, almeno in parte, gli effetti della restrizione calorica: la metformina (Wikipedia, EstropicoBlog). Un nuovo studio (su Caenorhabditis elegans) evidenzia gli effetti della metformina sui geni dei microscopici vermi. Dall'abstract: la metformina, comunente somministrata a pazienti diabetici, ha esteso le aspettative di vita sana del topo da laboratorio non-diabetico, ma i meccanismi molecolari che sottendono tale azione non sono stati, fino ad ora, investigati. Nel modello animale esaminato, la metformina ha ridotto l'accumulo di lipofuscina, esteso le aspettative di vita media e mantenuto l'attivita' locomotoria a livelli giovanili, il tutto in maniera dose-dependent. Le conclusioni dei ricercatori sono che la metformina ha un impatto positivo sull'invecchiamento nella mezza eta', grazie al suo impatto sul pathway attivato dalla restrizione calorica e su quello antiossidante, e che "i nostri dati suggeriscono che la metformina potrebbe essere un intervento farmacologio plausibile per promuovere l'invecchiamento sano negli esseri umani." Ouroboros osserva che alcuni dei geni attivati dalla metformina sono "vecchie conoscenze": SKN-1 e' attivato dalla restrizione calorica (ma non dal digiuno intermittente) in altri modelli animali; AMPK e' attivato dal resveratrolo e dalle molecole studiate ad azione mimetica degli effetti dell'esercizio fisico, ed e' stato associato ai meccanismi genetici dell'estensione della vita causata dalla restrizione calorica. E si chiede (e con ragione!) perche' questo tipo di esperimento non si faccia sugli esseri umani, dato che e' gia' stato fatto su altri mammiferi (topi da laboratorio), invece di fare un passo indietro con un sistema animale piu' semplice quale C. elegans. Il fatto, conclude, e' che e' infinitamente piu' facile. Se non altro, ora che gli effetti genetici della metformina sono stati determinati, sara' anche piu' facile fare esperimenti simili su modelli animali piu' vicini a noi...

Qui l'intero studio: Metformin induces a dietary restriction-like state and the oxidative stress response to extend C. elegans Healthspan via AMPK, LKB1, and SKN-1

Immagine: la molecola della metformina

Nessun commento: