5 novembre 2009

OGM: la soia con Omega-3 della Monsanto

Leggo con piacere, su FuturePundit, che la Monsanto ha ottenuto l'approvazione della FDA per un Ogm che, a differenza dei molti finora approvati, porta dei benefici ai consumatori e non solo agli agricoltori: la soia contenente i salutari acidi grassi Omega-3.Il New Scientist apre un articolo al proposito con la seguente frase: "finalmente una buona notizia per le popolazioni ittiche" (diminuite dalla sovrappesca). Infatti, commenta Randall Parker su FuturePundit, la soia Ogm potrebbe essere sfruttata nell'acquacultura come fonte di questi acidi grassi, al posto del pesce pescato allo scopo di nutrire salmoni etc. Tornando al New Scientist, pare che due altre aziende stiano per lanciare Ogm per la produzione di Omega-3: la BASF (colza) e la Du Pont (tramite fermentazione da parte di microorganismi). Personalmente, e' da anni che spero che il settore biotecnologico capisca finalmente che la miglior difesa e' l'attacco. L'offensiva ecologista ha ormai lavato il cervello del pubblico europeo e, senza l'arrivo di Ogm in grado di catturare l'immaginazione del grande pubblico, temo che le cose non cambieranno per anni. Che tipo di Ogm potrebbero convincere un pubblico piu' che scettico? Spettacolari piante da giardino/casa e frutta e ortaggi con livelli accresciuti di vitamine e fitosostanze e/o con specifici benefici medici - tanto per cominciare...

1 commento:

Anonimo ha detto...

Per me, che sono vegetariano, questa è davvero un'ottima notizia!!!