30 novembre 2009

La realtà aumentata nel tuo occhio

Rendendosi conto che la dimensione del display è sempre più un vincolo nei dispositivi mobili, Babak Parviz presso l'Università di Washington, ha avuto l'idea di proiettare immagini nell'occhio tramite una lente a contatto. La lente è un prototipo di un dispositivo che potrebbe visualizzare le informazioni irradiate da un dispositivo mobile. "La nostra speranza è quella di creare immagini che fluttuano efficacemente davanti all'utente" dice Parviz.

Un problema evidente è l'alimentazione di tale dispositivo. Il circuito richiede 330 microwatt ma non ha bisogno di una batteria. Nel caso della lente una antenna circolare prende energia irradiata da una fonte radio vicina.

Parviz dice che le versioni future saranno in grado di raccogliere energia dal telefono cellulare di un utente. Avranno anche più pixel e una fila di microlenti per mettere a fuoco l'immagine in modo che sembri sospesa davanti agli occhi di chi la indossa.

Nonostante lo spazio limitato a disposizione, ogni componente può essere integrato nella lente, senza oscurare la vista di chi la indossa, sostengono i ricercatori. Per quanto riguarda quali tipi di immagini possono essere visualizzate in questa schermata, le possibilità sembrano infinite. Gli esempi includono i sottotitoli quando si parla con uno speaker di lingua straniera, le direzioni in un territorio sconosciuto e didascalie di fotografie. Le lenti potrebbero anche servire come display indossabile per i piloti o giocatori.

Mark Billinghurst, direttore del Human Interface Technology Laboratory, in Nuova Zelanda, è impressionato da questo lavoro: "Una lente a contatto che permette la grafica virtuale per essere perfettamente sovrapposta al mondo reale sarebbe in grado di fornire un'esperienza entusiasmante di realtà aumentata". Aggiungendo che questo prototipo è un primo passo importante in questa direzione, anche se possono passare anni prima che la lente diventi disponibile per il commercio. Fonte: New Scientist Via: Beyond Human

Nessun commento: