28 ottobre 2009

La Alcor nell'occhio del ciclone mediatico

Quella qui a fianco e' la copertina di "Frozen" un libro scritto da Larry Johnson, un ex-dipendente dell'organizzaione crionica Alcor che ha gettato la stessa nell'occhio del ciclone mediatico con una serie di gravissime accuse. Qualche passaggio liberamente tradotto dalla"product description" di Amazon:

Agli inizi Larry era entusiasta del suo ruolo di "clinical director" alla Alcor, ma una volta vinta la fiducia dei colleghi, Larry si e' ritrovato in un incubo di scandali, orrori e mortali segreti, compreso quello che e' successo al cadavere della leggenda del baseball Ted Williams. Spinto da questa e altre orribili scoperte, Larry comincio' a fotocopiare documenti, scattare fotografie e a registrare le sue conversazioni con i colleghi. Oltre gli inutili esperimenti su animali, oltre la gestione irresponsabile dei rifiuti tossici e del sangue contaminato con virus Hiv, costoro si vedevano come un'elite di immortali salvatori dell'umanita'. In questo clima da culto, tutto sembrava permesso - forse persino l'omicidio. Quando la Alcor ha scoperto le attivita' di Larry, sono cominciate le minacce di morte. Scappando da uno stato all'altro, Larry e la sua famiglia sono stati inseguiti e ripetutamente minacciati.

La Alcor ha risposto duramente alle accuse (libera traduzione da un comunicato stampa della Alcor):

La Alcor Life Extension Foundation respinge le assurde accuse che le sono state recentemente addossate sui mass-media, e in particolare quelle riguardanti il trattamento dei resti del campione di baseball Ted Williams. Larry Johnson non era alla Alcor quando Williams e' stato criopreservato e i suoi precedenti tentativi di trarre profitto dalle sue sensazionalistiche e infondate accuse gli sono costate un ordinanza del tribunale che gli vieta di rilasciare ulteriori dichiarazioni.

E la Alcor ha rincarato la dose dopo un'apparizione televisiva di Larry Johnson (libera traduzione di alcuni passaggi):

Johnson continua a violare l'accordo raggiunto presso il Tribunale dell'Arizona (dove Alcor ha la sede), che gli proibisce attivita' del genere [...] Johnson ha avuto ampie opportunita' di difendersi davanti alla legge, sia in Arizona che a New York, ma in entrambi i casi non si e' presentato in tribunale [...] mentre non sembra avere alcun problema ad apparire in televisione diffamando persone innocenti e cercando di distruggere la reputazione di un'associazione caritatevole che nei suoi 40 anni di esistenza ha vinto il rispetto di molti nella comunita' scientifica e in quella medica [...] Nightline [uno dei vari programmi televisi sui quali Johnson e' apparso] si e' sforzato di investigare le sue accuse e Johnson ha dovuto ammettere che uno degli errori che secondo lui sarebbero stati commessi dalla Alcor nel caso di Ted Williams, non si e' mai verificato, e di aver richiesto pagamenti di 20 dollari, sul proprio sito web, per la visione di fotografie della testa criopreservata di Williams. Tali fotografie, alcune delle quali fanno parte della nostra documentazione interna, sono state sottratte senza autorizzazione dalla sede Alcor. Nel suo libro Johnson sostiene di aver visto un dipendente della Alcor colpire la testa criopreservata di Ted Williams con una chiave inglese. Visto il suo ruolo, Johnson sarebbe dovuto intervenire, ma ha scritto di non averlo fatto, ne' di averne parlato ai dirigenti Alcor [...] La nostra investigazione interna al proposito non ha rilevato alcun incidente simile, eppure tali dichiarazioni fittizie continuano ad essere riportate dai media [...] Nel breve periodo trascorso da Johnson alla Alcor, si e' indebitamente appropriato di oggetti di proprieta' della Alcor, ha violato la privacy dei suoi dipendenti e ha sottratto documenti medici che ha poi presentato in maniera sensazionalistica [...] Come ha detto il giornalista di Nightline, "questo 'whistleblower' e' solo interessato a far soldi?" La risposta e' un chiarissimo sì.

1 commento:

Bugbear ha detto...

vero o non vero questo tipo di notizia fa pensare: se già è difficile far valere i tuoi diritti quando sei in pensione, chi veglia su di te quando sei un corpo in criostasi? Chi fa valere i tuoi diritti?