17 settembre 2009

Letture: una vita senza fine?

Mi sono appena imbattuto in questo libro di un autore che non conosco, Guy Brown, grazie a un post su TecnoTransumani. Da quanto ho trovato sulla pagina dedicata al libro da InternetBookshop.it sembra interessante:

La morte non è più quella di un tempo. Si arriva spesso a una vecchiaia estrema e innovazioni tecnologiche come le interfacce elettroniche suggeriscono un modo nuovo di sopravvivere alla morte. Aggiornato dal punto di vista scientifico, senza dimenticare il versante poetico e mitologico, questo è un libro su tutti gli aspetti dell'invecchiamento e della morte. Ognuno potrà trovarvi quello a cui è più interessato, dal mito di Aurora e Titone ai meccanismi dell'invecchiamento cellulare, dalla saga di Gilgamesh alle ragioni dell'incredibile allungamento della vita che stiamo tutti vivendo. L'autore Guy Brown dirige un gruppo di ricerca che, presso l'Università di Cambridge, in Gran Bretagna, studia la morte cellulare e i suoi rapporti con le patologie cerebrali e cardiache e con il cancro.

1 commento:

forzalube ha detto...

Vedo che la mia segnalazione si sta diffondendo ;-)