29 luglio 2009

Video: evoluzione robotica

Un video sul sito della RAI della trasmissione di Piero Angela Super Quark: Evoluzione Robotica. "Un gruppo di piccoli e insignificanti Robot, capace di evolversi a velocità strabiliante fino ad inventare un rudimentale linguaggio. Non è un film di fantascienza, ma ciò che è successo nel laboratorio di Sistemi intelligenti di Losanna."

3 commenti:

Giacomo ha detto...

Dopo quest'articolo mi son messo a curiosare un po' su internet, spinto da quest'interrogativo: ma mentre produciamo un'intelligenza artificiale, ci stiamo anche preoccupando che non ci si rivolti contro stile Terminator o Matrix?

ovviamente non sono il primo ad essersi fatto questa domanda, e probabilmente ne avete parlato già moltissimo su Estropico, ma non si sa mai: da buon amante della fantascienza sono partito da Asimov, per capire se le 3 (poi 4)leggi stanno venendo incorporate nei moderni progetti di AI. Ovviamente la risposta è no (questo già lo sapevate), come spiegato dal Singularity Institute for Artificial Intelligence (http://www.singinst.org/) ma ancora di più ho trovato questo sito http://www.asimovlaws.com/ che spiega come le 3 famose leggi abbiano falle logiche e siano insufficienti a garantire che l'evoluzione dei robots e delle AI non ci sfugga di mano, come dice la famosa frase "quando inventeremo la macchina intelligente sarà l'ultima invenzione che l'uomo avrà la possibilità di fare"

Ugo Spezza ha detto...

Ho deciso di ripubblicare questo video sul mio sito e di commentarlo adeguatamente:

http://www.futurology.it/flv_html/superquark_intelligenza_artificiale.htm

L'evoluzione che in un processo biologico richiede migliaia di anni qui richiede migliaia di SECONDI. Ciò ci dovrebbe anche preoccupare se un giorno queste entità divenissero autocoscienti ed entrassero in competizione evolutiva con noi.

Questo dimostra, come affermo ormai da 10 anni, che le tre leggi della robotica di Asimov sono letteralmente una "stronzata". Nel senso che si tratta di un adattamento romanzesco per la narrazione di stili di vita umani affiancati dallo sviluppo di IA servizievoli e benevolenti (talvota beote). La realtà, come mostra il video di Superquark invece potrebbe essere molto diversa.

Ugo Spezza

Giacomo ha detto...

Salve Ugo, grazie per la risposta: ho letto il tuo sito futurology, ho letto anche la tua idea di confinare l'IA in un sotterraneo.

La mia domanda è: al momento il tuo suggerimento è solo tuo o sei al corrente se al momento chi si occupa di creare una IA "forte" sta seguendo il tipo di approccio da te suggerito?