30 luglio 2009

Quattro nuovi competitori per l'MPrize

Leggo, sul blog della Methuselah Foundation, di quattro nuovi team scientifici che sono scesi in campo per l'MPrize, un concorso per gruppi di ricerca scientifica ideato da Aubrey de Grey. Il premio si propone di incoraggiare lo studio di strategie anti-invecchiamento e di attirare l'interesse ed il coinvolgimento del pubblico nella ricerca per l'estensione della vita umana. L'idea è di creare un incentivo economico, appunto il premio 'Topo Matusalemme', da assegnare ai gruppi di ricerca che dimostreranno di aver rallentato l'invecchiamento o di aver ringiovanito un topo di laboratorio. La dimostrazione che la longevità di un animale di laboratorio può essere radicalmente e positivamente influenzata, porterebbe ad un rinnovato interesse del pubblico verso gli interventi di prolungamento della vita (da Estropico).

Ecco i quattro nuovi partecipanti:

Tom Johnson, della Universita' del Colorado studia topi geneticamente diversi per identificare i geni che contribuiscono alla longevita', allo scopo di creare un topo piu' longevo.

Michal Masternak, della Southern Illinois University School of Medicine sta incrociando topi privi di ormone della crescita e di ricettori dell'ormone della crescita. Il risultato sembra essere una maggiore sensitivita' all'insulina, uno dei fattori correlati a salute e longevita'.

Frank Wang, della Neuroprotection Inc., parte dal presupposto che la pressione sanguigna abbia un ruolo cruciale nella longevita' umana. Il suo team interverra' con medicinali per abbassare la pressione su topi di mezza eta'.

Bruce Teter, della UCLA, utilizza la curcumina nella dieta dei suoi topi, allo scopo di verificare se tale sostanza abbia effetti simili alla restrizione calorica (con interventi a partire dalla nascita e dalla mezza eta').

Nessun commento: