18 giugno 2009

A quando la vera nanotecnologia?

H+ Magazine ha chiesto ad una serie di esperti "a quando la vera nanotecnologia?" Con l'enfasi su quella "vera" per distinguerla dalla "nanotecnologia" gia' oggi sul mercato che in realta' e' piu' che altro nanomateriali. Ecco le risposte (libera traduzione/riassunto, con miei commenti in corsivo)

K. Eric Drexler (autore di Motori di creazione). Per descrivere il progresso nel campo delle nanotecnologie, mi piace usare il paragone col progresso dei primi razzi spaziali, i quali divennero sempre piu' veloci e volarono sempre piu' in alto, eppure per anni non ci furono ne' satelliti per le telecomunicazioni, ne' satelliti meteorologici, ne' tantomeno astronauti. Eppure, entro cinque anni dal primo satellite tutto cio' fu realizzato. Oggi il progresso verso le tecnologie che ho descritto in Motori di creazione e' rapido e anche se non abbiamo ancora raggiunto l'equivalente dei razzi dell'entrare in orbita, abbiamo una roadmap (la Technology Roadmap for Productive Nanosystems, vedi qui e qui su EstropicoBlog) e il passo del progresso sta accelerando.

J. Storrs Hall (presidente del Foresight Institute e autore di Nanofuture). C'e' molto progresso nei laboratori e nel giro di qualche anno mi aspetto circuiti integrati assemblati da strutture di Dna. Dovendo buttar lì una data, direi che entro il 2020 l'approccio fotolitografico e quello autoassemblante per la fabbricazione di circuiti si saranno fusi l'uno con l'altro. La roadmap dell'industria dei semiconduttori prevede dimensioni di quattro nanometri per un gate (cancello) entro il 2022. L'ostacolo principale, sul quale nessuno sta lavorando, e' come fornire energia ai nanomacchinari. Il Foresight Institute ha deciso di concentrare le proprie energie su questo problema nei prossimi anni e la mia previsione e' che il Feynman Grand Prize (per la costruzione di un "braccio" nanorobotico) sara' vinto fra il 2020 e il 2030.

Ralph Merkle (Senior Research Fellow dell'Institute for Molecular Manufacturing). Oggi possiamo fare cose, a livello molecolare, che solo qualche anno fa erano impossibili. C'e' molto fermento nei settori dell'autoassemblaggio e delle nanotecnologie basate sui nucleotidi del DNA. La mia collaborazione con Rob Freitas sulla meccanosintesi esplora uno dei percorsi possibili. Potrebbero essere necessari ancora alcuni decenni prima di poter creare strutture atomicamente precise, economicamente e nella maggior parte delle combinazioni permesse dalle leggi della fisica, ma il progresso degli ultimi anni e' stato notevole. I trend esponenziali continuano ad esserelo e sono convinto che lo rimarranno ancora per qualche tempo.

Robert A. Freitas Jr (Senior Research Fellow dell'Institute for Molecular Manufacturing e autore di Nanomedicine). Penso che il passo dello sviluppo nanotecnologico stia lentamente accelerando su tutti i fronti. I progressi con le nanotecnologie basate sui nucleotidi del Dna continuano ad arrivare, il che ci permette di posizionare con precisione molecole organiche. Anche nel settore della nanotecnologia diamondoide i progressi sono costanti e il primo progetto specializzato ha finalmente preso il via l'ottobre scorso (Freitas si riferisce alla sua, e di Merkle, collaborazione con Philip Moriarty del Nanoscience Group della School of Physics dell'Universita' di Nottingham). Ci stiamo chiaramente muovendo verso la realizzazione dello scenario di lungo termine della nanomedicina e delle nanotecnologie molecolari.

L'articolo di H+ Magazine si conclude con la riflessione che nei prossimi 20-30 anni assisteremo ad un passaggio fondamentale quanto quello dall'eta' della pietra all'eta' del ferro, o dall'eta' industriale all'eta' dell'informatica. Solo che questa volta sara' quella che Neal Stephenson ha battezzato l'era del diamante...

L'immagine in cima all'articolo (e usata da H+ Magazine nell'articolo originale) e' presa dalla copertina di Engines of Creation 2.0, la versione aggiornata di Motori di creazione (qui segnalata su EstropicoBlog).

1 commento:

aioo86 ha detto...

molto interessante.. speriamo di esserci quando si arriverà a questo :)