3 maggio 2009

Ecco il computer più vicino all'intelligenza dell'uomo

L'Italia è solita acquistare format televisivi da Paesi Europei e ancor di più Americani. In genere in questi Stati sono sperimentate con un paio di anni di anticipo idee televisive (positive e negative) che potrebbero fare la fortuna di qualche rete Italiana (X-Factor, Amici, etc.. etc..). Non è esclusa la possibilità che arrivi in Italia un programma che in America ha il più alto numero di ascolti, Jeopardy!: "una sorta di Rischiatutto dove invece che la risposta bisogna azzeccare la domanda". La notizia di transumanista ha ben poco, ma se a questa affianchiamo un marchio come la Ibm, ricordandoci che quest'azienda tentò la riuscita impresa di battere il campione di scacchi Kasparov con il Computer Blue Gene, l'interesse aumenta. La Ibm ha infatti deciso di compiere una prova analoga ma con una logica molto più simil-umana (necessaria per vincere a Jeopardy! dato che qui non conta la grandezza del database ma come esso viene gestito, non necessaria invece per una partita a scacchi dove è importante la forza bruta nei calcoli). L'impresa non è da poco, il Computer dovrà non solo individuare la soluzione-domanda (costituita da un'infinita gamma di rapporti semantici, interpretazioni e confronti tra nozioni), ma dovrà formularla anche in modo corretto (quindi Soggetto-Verbo-Predicato). Ciò che si vuole raggiungere non è una macchina "pensante", ma più una macchina capace di comprendere l'uomo. La sfida (che i più scettici considerano una semplice dimostrazione) si svolgerà senza connessione ad internet, con domande formulate in maniera elettronica e con un sintetizzatore vocale per le risposte. Contemporaneamente si cerca di dare un volto a Blue Gene (lo stesso computer di Kasparov) rendendolo il più umano possibile. La frase dell'articolo: "Secondo gli studiosi, se il computer sarà in grado di battere l'uomo al famoso quiz, il confine fra intelligenza umana e artificiale sarà quasi eliminato"; preferirei metterla così: "Se il computer sarà in grado di battere l'uomo al famoso quiz, ci si avvicinerà di molto al superamento del famoso Test di Turing". Va meglio no? :) Bruno Lenzi

1 commento:

Anonimo ha detto...

molto interessante. Ma scondo me falliranno.

franco fiori