5 aprile 2009

Sale, dieta mediterranea, indice glicemico, fibre, colesterolemia

I piu' recenti articoli di NFI - Centro studi dell'alimentazione - Nutrition Foundation of Italy:

Sensibilità al sale e pressione nei soggetti con sindrome metabolica. La riduzione del consumo di sale è più efficace nel controllo della pressione nei pazienti con sindrome metabolica

Dieta mediterranea e mortalità cardio e cerebrovascolare nella donna. L’aderenza ad una dieta mediterranea riduce gli eventi cardiovascolari e l’ictus fatale e non fatale nelle donne

Indice e carico glicemico della dieta e rischio di cancro. Carico ed indice glicemico della dieta non sono forti predittori dell’incidenza di tumori.

Fibre della dieta e proteina C reattiva. L’alto apporto di fibre con la dieta è associato alla riduzione dei livelli circolanti di proteina C reattiva, marker dell’infiammazione

Il controllo non farmacologico della colesterolemia. Parte 3: peso corporeo e attività fisica . L’obesità aumenta il rischio cardiovascolare attraverso molteplici meccanismi. I pazienti obesi, e specialmente i pazienti portatori di adiposità addominale, presentano in genere alterazioni...

Nessun commento: