23 febbraio 2009

Dubbi sulla restrizione calorica

Un nuovo studio aggiunge altri dubbi sulla restrizione calorica come strategia longevista (piu' specificamente: come strategia per allungare le aspettative di vita massime di una specie). Mettendo a confronto le aspettative di vita di due tipi di topi da laboratorio (entrambi ogm), e' stato notato come quello ingegnerizzato per l'obesita' abbia tratto beneficio da un severo regime dietetico, ma non quello ingegnerizzato in modo da restare magro. Secondo uno dei ricercatori, Raj Sohal della University of Southern California's School of Pharmacy, "Ci sono molte persone sane che sembrano scheletri perche' sono convinti [che praticando la restrizione calorica si allungheranno la vita] Il nostro studio mette in dubbio il paradigma che la restrizione calorica sia universalmente utile [...] Contrariamente a quanto generalmente creduto, la restrizione calorica non estende la vita di tutti i tipi di topi". Analizzando i tassi metabolici dei modelli animali impiegati nell'esperimento, i ricercatori sono giunti alla conclusione che la restrizione calorica e' salutare solo quando un animale ingerisce piu' calorie di quante ne bruci, come nel caso dei topi ogm obesi.

Su Science Daily: Eating Less May Not Extend Human Life: Caloric Restriction May Benefit Only Obese Mice

L'abstract dello studio: Life Span Extension in Mice by Food Restriction Depends on an Energy Imbalance

Vedi anche (su Estropico):

La restrizione calorica con nutrizione ottimale come strumento di estensione della vita

Pochi benefici dalla restrizione calorica?

Nessun commento: