24 gennaio 2009

Conservatori, ma non BIOconservatori

Molti transumanisti sembrano pensare che "transumanista di centrodestra" sia un ossimoro, ma sospetto che tale punto di vista sia influenzato da considerazioni di convenienza politica... D'altra parte e' innegabile che, negli ultimi anni, alcuni degli attacchi piu' risoluti al progetto transumanista siano venuti proprio dal centrodestra. Il President's Council on Bioethics di George Bush, ai tempi diretto da Leon Kass (spesso criticato su questo blog) ha fatto da battistrada, per non parlare dell'altrettanto conservatore Francis Fukuyama e delle sue ripetute bordate al transumanesimo. In Italia, gli alfieri del bioconservatorismo di destra sono stati il Foglio e l'Avvenire. Ma che tutti i conservatori siano bio-conservatori e' una teoria negata dai fatti: si vedano per esempio un ottimo articolo quale Il punto di vista conservatore sull'immortalita' o gli articoli futurizzanti di Carlo Pelanda, un pensatore certamente nel campo del conservatorismo, i cui articoli, fra l'altro pubblicati proprio su Il Foglio, sono fra di quanto piu' transumanista sia mai apparso sulla stampa italiana. Personalmente, ho sempre pensato che il meme centrale del transumanismo ("superare le limitazioni umane con mezzi tecnologici e' sia desiderabile che etico") possa essere adottato da quasi tutte le parti politiche, per cui la recente comparsa di ConservatismPlus, "Transhumanist Viewpoints from the Centre to the Right", su Ning, non mi ha certo sorpreso. ConservatismPlus e' mirato ai transumanisti "libertari, conservatori, miniarchisti, Repubblicani e altri conservatori" e vista la necessita' di un'iniezione di memi transumanisti nel centrodestra, in particolare quelli americano e italiano, non posso che sperare che questo sia solo uno dei primi germogli a spuntare su quel fronte.

2 commenti:

Edmondo_Dantes ha detto...

Vale un piccolo principio

Chiunque anteponga il suo credo a qualsiasi decisione che riguardi la scienza, o decisioni politica inerente la ricerca o lo sviluppo, non puo' essere considerato ne un buon politico, ne un buon scienziato e ne niente..
l'essere conservatore, significa anteporre il propio credo, o i propi principi a qualunque scelta riguardante la ricerca, la scienza, la bioetica ecc ecc ecc
quindi E' un ossimoro di destra e transumanistra, non lo e' non credente e di destra, allora non sarebbe un'ossimoro di destra e transumanista.

Estropico ha detto...

Questione di opinioni. Sappi che da queste parti il dialogo con le persone di fede non e' visto come anatema. Nella colonna di destra del blog c'e' un'intera categoria dedicata al rapporto, spesso turbolento, fra transumanesimo e religione.