27 febbraio 2017

La Carta dei diritti dei cyborg - Versione 1.0


Rich MacKinnon e', fra le altre cose, il fondatore di Borgfest e del Cyborg Pride Festival, per cui ha le carte in regola se non altro per lanciare la proposta.

Da BoingBoingNet - traduco/riassumo liberamente [miei commenti fra parentesi quadre]:

La Carta dei diritti dei cyborg - Versione 1.0

DIRITTO DI "NON-SMONTAGGIO"

L'integrità fisica deve essere garantita. Cio' include la liberta' da perquisizioni inutili, 
sequestro [di materiale/gadget/etc], la sospensione o l'interruzione della funzione, 
il distacco, lo smantellamento o lo smontaggio senza equo processo.

LIBERTA' MORFOLOGICA

Una persona deve essere libera di esprimersi attraverso adattamenti, alterazioni, modifiche o ampliamenti corporei temporanei o permanenti. Allo stesso modo, una persona 
deve essere esente da cambiamenti morfologici imposti o altrimenti involontari.

DIRITTO DI "NATURALIZZAZIONE BIOLOGICA"

I sistemi vitali del corpo di una persona non devono essere di proprieta' altrui, per evitare il rischio di di sfruttamento. Una persona ha diritto alla proprietà ad oggetti incorporati, impiantati, iniettati, infusi o altrimenti permanentemente integrati con il corpo di una persona per uso a lungo termine.

DIRITTO ALLA "SOVRANITÀ CORPOREA"

Una persona ha pieni diritti su intelligenze e agenti, e le loro attività, siano essi impianti 
permanenti, "visitatori, cittadini stranieri con diritto di soggiorno, intrusi, insorgenti, o 
invasori all'interno del corpo della persona e del suo dominio." [Quest'ultima parte 
l'ho tradotta letteralmente perche' mi sembra possa creare confusione - penso che
intenda dire "una volta nel mio corpo diventi di mia proprietà" e che faccia riferimento
 a sistemi di intelligenza artificiale incorporati volontariamente o meno.]

UGUAGLIANZA PER I MUTANTI

Un mutante legalmente riconosciuto [immagino si riferisca un cyborg o body-hacker che abbia ottenuto qualsiasi permesso sia/sara' disponibile per l'utilizzo dei propri impianti/hack]
deve godere di tutti i diritti, benefici, e responsabilità delle persone fisiche

La mia impressione? E' un primo passo, ma servira' qualche ritocco:

Il diritto di "non-smontaggio": e se fosse piu' economico affittare un certo impianto invece di acquistarlo? Se un utente smette di pagare la rata mensile, l'azienda in questione perde il proprio investimento? Oppure: e se io mi potenziassi con una lama lunga e affilata? Per non parlare del rischio degli attacchi kamikaze... Forse sara' necessario aggiungere qualche eccezione.

Liberta' morfologica: un tema gia' toccato. Il mio commento e' lo stesso del punto precedente: sara' necessario prevenire l'uso maligno delle tecnologie potenzianti. Il Manifesto fondativo dei transumanisti italiani coglie nel segno quando dice che "Il Transumanesimo riconosce e tutela il diritto dell’individuo a controllare e modificare – secondo la propria volontà autonoma, ma nella cornice di una necessaria regolamentazione [mia enfasi] - il proprio corpo e la propria mente; consideriamo la c.d. “libertà morfologica” un diritto fondamentale della persona sia in senso “conservativo” (rimanendo liberi di non alterare la propria mente e il proprio corpo) sia in senso “modificativo” (utilizzando gli strumenti disponibili per la propria auto-trasformazione).

Nell'insieme mi sembra un buon primo passo. Forse, pero', sara' necessario stilare anche una carta dei doveri dei cyborg...

Nessun commento: