30 gennaio 2017

Come ottere metformina gratis e aiutare la ricerca contro il cancro e le malattie cardiovascolari


AGGIORNAMENTO: vedi nei commenti. E gia' che ci sono chiarisco che questo non e' un blog medico e quanto pubblicato e' inteso solo a scopo di informazione generale e non come consigli medici. Chiunque stesse considerando l'utilizzo di metformina, o di altre sostanze, a scopi longevisti dovrebbe farlo con il monitoraggio di un medico. Consiglio inoltre la lettura del foglio illustrativo di una marca a caso di metformina (Pdf), dato che non e' un farmaco privo di effetti collaterali.

La metformina e' uno dei vari farmaci anti-invecchiamento che da tempo tengo d'occhio, come gli aficionados del blog ben sapranno, dato che ho scritto ben 17 articoli al proposito (se avete tempo di leggerne uno solo, consiglio questo).

Il problema (uno dei problemi...) e' che un non-diabetico non potra' certo ottenerla dal proprio dottore o farmacista semplicemente spiegando che "vede, il fatto e' che io sono longevista..." per cui l'unico approccio e' il mercato grigio, con tutti i rischi che comporta.

Oggi, pero', leggo che Franco Berrino, epidemiologo dell’Istituto dei Tumori di Milano, ha promosso una ricerca che mira a provare, o meno, l’utilita' della metformina nella prevenzione di cancro, infarto e ictus riducendone del 35 per cento l’incidenza, come suggerito da vari studi (qui e qui due mie segnalazioni sull'azione chemopreventiva e qui una sull'azione cardioprotettiva).

Il problema e' che servono duemila volontari e, al gennaio scorso, ne erano stati trovati solo 700. E' una vergogna, ma presenta anche un'occasione per chi volesse trasformarsi, letteralmente, in cavia umana longevista... Ma non e' per tutti, dato che sono necessarie alcune caratteristiche (eta', giro di vita, etc), Inoltre, c'e' anche il rischio del 50% di finire nel gruppo che ricevera' placebo...

Ecco i dettagli, da un articolo de Il Giorno:

"Chiunque voglia partecipare o avere maggiori informazioni sul progetto può rivolgersi al tel. 02-23903573 o 02-23902868, dove è attiva una segreteria telefonica, oppure scrivere a mauro.cortellini@istitutotumori.mi.it o a diana@istitutotumori.mi.it. I volontari devono avere le seguenti caratteristiche: un giro vita superiore a 85 centimetri per le donne e superiore a 100 per gli uomini, età superiore a 55 anni e inferiore agli 80, non avere e non aver avuto tumori maligni, non avere il diabete né avere già in corso le relative terapie, non aver avuto infarti o ictus.

La ricerca seguirà [i volontari] per 5 anni. A un gruppo di partecipanti verranno date due dosi al giorno di Metformina e al gruppo restante due di placebo. Il progetto prevede anche un cambiamento negli stili di vita: più attività fisica e mangiare secondo la dieta Mediterranea, uno dei pilastri su cui si basa la ricerca di Berrino. Il progetto ha infatti preso il nome di «MeMeMe», dalle iniziali di Metformina, dieta Mediterranea e sindrome metabolica, che caratterizza chi è afflitto oltre che da obesità addominale anche da glicemia, trigliceridi e pressione arteriosa."

L'articolo: Test su farmaco contro il cancro. Ma mancano troppi volontari. L’Istituto dei Tumori rischia di essere battuto sul tempo dagli Usa

E gia' che parliamo di metformina, sottolineo che il recente ritiro dalle farmacie e' dovuto solamente alla non conformita' di alcuni lotti alle norme di Buona Fabbricazione del sito di produzione e non a dubbi o problemi con il farmaco in generale.

6 commenti:

Giancarlo ha detto...

Beh, diciamo che chi vuole fare da se, almeno in Italia, non ha in realtà alcun problema a rifornirsi in farmacia, con costi davvero irrisori (una confezione costa pochi euro)..!

Estropico ha detto...

Nel senso che e' da banco o che i farmacisti chiudono un occhio?

Giancarlo ha detto...

Mi sembra ci sia anche da banco, ma indipendentemente da questo, non esiste farmacia (alneno da Roma in giù) che faccia anche la minima storia (si possono comprare tranquillamente antibiotici o benzodiazepine senza ricetta, figurarsi la metformina! Ad es. Metformina Teva, 500g x 50 cpr, meno di 2 eur!
In UK com'è la situazione al riguardo?

Estropico ha detto...

Ho cercato in rete, ma non sono riuscito a stabilire con chiarezza se la metformina sia un farmaco da banco o meno. Se qualcuno sapesse darmi una risposta, sarei grato...

In UK e' certamente da ricetta e i farmacisti non credo proprio che chiudano un occhio come in Italia. Quest'ultimo fatto, fra l'altro, puo' essere un vantaggio, in certi casi, ma anche un problema in altri (antibiotici!)

Ciao,
Fabio

Mirco Romanato ha detto...

Si tratta di un farmaco etico (richiede ricetta medica).
Se è solo metformina dovrebbe essere una ricetta ripetibile.

Comunque è comune che i farmacisti siano di manica larga con alcune classi di farmaci ampiamente usati e che non richiedono registri di carico e scarico.

Questo perché, in Italia, è raro che la polizia (o altri agenti dello stato) mandino gente a comprare roba appositamente per incastrare un negoziante.
E.G. Negli USA la polizia spesso induce i minorenni a tentare di comprare alcool nei negozi di alcolici con lo scopo di un facile arresto e condanna (e ottenere punteggi nel loro curriculum).

Estropico ha detto...

Heila', Mirco! Fa piacere risentirti. Grazie per il chiarimento - la prossima volta che saro' in Italia vedro' di trovare uno di questi farmacisti di manica larga...

Ciao,
Fabio