29 novembre 2016

Morti, 'ma non per sempre' grazie a Filippo Polistena ed alla Crionica

L'estate scorsa ho segnalato come una paziente italiana (Cecilia Iubei) fosse stata criopreservata, con molte difficolta' e in condizioni tutt'altro che ideali, presso la KrioRus: Paziente italiana criopreservata in Russia.

Ora noto un'articolo sulla crionica e su Filippo Polistena, la persona che aveva organizzato il tutto:

"Quello che fa è molto semplice, certificata la morte da parte di un medico, nell’arco di tre ore con il suo staff riesce a raggiungere la persona deceduta, a sistemarla nel giaccio secco e a spedirla attraverso un volo di linea a Mosca, dove ha sede la KryoRus, la compagnia che, al pari di altre due nel mondo, sta provando ad "abbattere il limite della decomposizione". Poi è sempre la KryoRus che si occupa della somministrazione dei farmaci per rallentare il deterioramento dei tessuti e delle soluzioni antigelo, simili a quelle usate nei motori, propedeutiche alla conservazione definitiva a –196 °C in cilindri pieni di azoto liquido.

Il servizio completo, seppure con differenze da una parte all'altra del mondo, costa tanto, anzi troppo, si arriva a circa 200mila euro, (il solo viaggio in Russia, invece, anche da morti, ha un prezzo molto, ma molto più abbordabile, un normale biglietto di aereo di sola andata), ma i più poveri potrebbero comunque organizzarsi per acquistare il più economico pacchetto "neuro", cioè la conservazione della sola testa, cervello incluso quindi, magari con la speranza che la mente possa tornare al mondo in un corpo artificiale."


Polistena gestisce un'agenzia di onoranze funebri ed e' il partner italiano della KrioRus. Sul sito della sua agenzia (Mirandola), troverete anche una brochure in italiano (Pdf) sulla KrioRus e i servizi che essa offre. Quello che ancora non capisco e' quali servizi, esattamente, offra Polistena: come gia' detto la criopreservazione di Cecilia Iubei non e' stata condotta in condizioni ideali, dato che la somministrazione di sostanze crioprotettive e' stata fatta solo una volta raggiunta la Kriorus. Mi chiedo, cioe', se Polistena offra anche un servizio di perfusione di queste sostanze prima della spedizione (come fanno le agenzie funerarie utilizzate dal Cryonics Institute in Gran Bretagna). A giudicare dall'articolo qui sopra parrebbe di no, ma ho contattato Polistena e aggiornero' appena avro' altre notizie.

C'e' anche un video di Mattino Cinque con un'intervista al figlio della signora ibernata in Russia (Fabrizio Baldi), con Alessandra Mussolini nel ruolo dello scettico di turno (che tristezza...) e Filippo Polistena. Quello che m'e' piaciuto di piu' e' stato Baldi, il quale e' riuscito ad illustrare i concetti principali della crionica in modo chiaro e pacato, nonostante le frequenti interruzioni e la mancanza di bon ton della Mussolini...

Chiudo con un aggiornamento sulla crionica in Italia:

La Societa' Italiana per la Crionica e' inattiva (ma il sito resta online come fonte di materiale crionico).

L'Associazione Italiana per la Crionica (da essa sorta presso l'i-lifegroup) e' altrettanto kaput...

Sembra quindi che, al momento, le uniche due realta' esistenti siano l'agenzia di onoranze funebri di Polistena e il Cryonics Life Support Group di Daniele Chirico.

Nessun commento: