28 settembre 2016

La prima citta' galleggiante: nella Polinesia Francese?

Era una vita che non mi arrivavano notizie sul tema del seasteading e all'improvviso ho sentito che quelli del Seasteading Institute si sono visti con il presidente della Polinesia Francese e che ora prepareranno un memorandum d'intesa per la creazione di una Special Economic Zone dove costruire e posizionare piattaforme galleggianti che serviranno come incubatori di innovazione tecnologica e sociale.

Le piattaforme del Seasteading Institute possono esplorare possibili soluzioni per l'innalzamento del livello del mare. Marc Collins, un uomo d'affari ed ex ministro del turismo per la Polinesia Francese, è un sostenitore della visione del Seasteading Institute. "La cultura polinesiana ha una lunga storia di navigazione nell'Oceano Pacifico che contribuirà a questo ambizioso progetto. Più di altre nazioni, le nostre isole sono esposte all'impatto dell'innalzamento del livello del mare, e delle isole galleggianti e resilienti potrebbero essere una soluzione concreta per mantenere le nostre popolazioni".

Il progetto mira ad attirare investimenti sia locali che internazionali. Quello che mi sembra fondamentale e' che abbiano raggiunto un accordo, per quanto preliminare, con uno stato sovrano e che gli interessi delle due parti, come spiegato da Marc Collins, coincidono. Dal punto di vista longevista, aggiungo io, il progetto potrebbe attirare cliniche in fuga dalle lentezze della FDA americana (o da quelle di simili agenzie in altre nazioni)...

Il comunicato stampa (GoogleDocs): President of French Polynesia Welcomes Seasteaders to Discuss “Floating Island Project” 

Sul sito del Seasteading Institute: Seasteading Delegation To Meet With French Polynesian President

Nessun commento: