10 agosto 2016

Le bidonville del futuro

Un architetto di Brooklyn, ma di origini nigeriane, immagina una Lagos del futuro, nella quale baraccopoli e grattacieli si fondono in una strana simbiosi che mi fa pensare sia al genio dell'arte di arrangiarsi, che ad un certo fatalismo sul tipo di progresso che possiamo aspettarci dalle nazioni in via di sviluppo. Non so decidere se questa sia una visione del futuro ottimistica o pessimistica...

Altre immagini, da WebUrbanist:




Nessun commento: