28 luglio 2016

Un progetto per porre fine alla tragedia dell'invecchiamento

Quando parlo di ricerca anti-invecchiamento con qualcuno che non ne ha mai sentito parlare, mi sento spesso dire che nessuno vuole campare cent'anni perche' a quell'eta' non sarebbe certo una bella vita... E che, piuttosto, bisognerebbe concentrarsi sulle malattie tipiche della terza eta' (Alzheimer e Parkinson, per esempio).

Il messaggio che e' necessario comunicare se vogliamo che la il longevismo prenda piede, e' che il declino fisico-intellettuale e i disturbi tipici della terza eta' sono prevenibili, in teoria, intervenendo direttamente sulla loro causa sottostante: l'invecchiamento...

E se c'e' un'organizzazione all'avanguardia nella ricerca anti-invecchiamento e' senza dubbio la SENS Research Foundation di Aubrey de Grey, della quale mi sono appena occupato, segnalando il primo successo del loro piu' recente progetto: Dieci milioni di dollari per la ricerca anti-invecchiamento (SENS e startup).

L'obiettivo di Project|21 e' di raccogliere 50 milioni di dollari per la ricerca longevista, da individui, fondazioni ed aziende. Un obiettivo parallelo e' quello di incoraggiare il nascente settore della rejuvenation biotechnology ('biotecnologie per il ringiovanimento'). Entro il 2021 (ergo il nome del progetto), la SENS spera di arrivare ai primi test clinici.

Aubrey de Grey ha dichiarato che la sconfitta dell'invecchiamento richiedera' investimenti su larga scala per un settore delle biotecnologie per il ringiovanimento riconosciuto a livello globale. La SENS Research Foundation ha, nel corso degli anni, creato gruppi di ricerca, attirato ricercatori chiave, condiviso risultati e strumenti verso la creazione di tale settore.

Project|21 prende di mire tre ostacoli:

1) la difficolta' nel convertire studi promettenti in solidi candidati per investimenti
2) la mancanza di opportunita' per collaborazioni dinamiche con il settore della medicina rigenerativa
3) la mancanza di chiarezza per quanto riguarda i percorsi normativi e le infrastrutture cliniche che tali tecnologie richiederanno

Per superare cio', SENS intende creare un fondo di 15 milioni di dollari per sostenere tecnologie promettenti allo stato embrionale; costruire un centro di eccellenza per programmi di ricerca collaborativi; lanciare programma teso ad rispondere alle sfide poste da normative, produzione e investimenti (il Rejuvenation Biotechnology Alliance Program).

Questo mi sembra decisamente un cambio di marcia da parte di SENS. Aubrey de Grey ha sempre avuto obiettivi molto ambiziosi, e questo mi sembra l'ottimo inizio di un progetto destinato a realizzarli.

Collegamenti

Il sito della SENS Research Foundation
Il sito di Project21

Nessun commento: