8 luglio 2016

Letture: Risolvere il mistero dell'invecchiamento

In arrivo il 14 giugno: Cracking the Aging Code, di Josh Mitteldorf e Dorion Sagan.

Josh Mitteldorf gestisce un blog (Aging Matters) che e' da tempo una delle mie fonti di informazioni longeviste piu' apprezzate ed e' un proponente di una delle due principali scuole di pensiero nel settore della biogerontologia, o meglio, nel settore della ricerca mirata alla 'cura' dell'invecchiamento.

Da una parte abbiamo quella capeggiata da Aubrey de Grey e dalla sua SENS Research Foundation, secondo i quali, semplificando, l'invecchiamento e' causato dal logorio causato, a livello cellulare, dal passare del tempo. Il rimedio, quindi, sarebbe riparare le lesioni causate dalle normali attivita' metaboliche del nostro organismo, lesioni ormai ben conosciute e studiate, e distinte in sette categorie diverse - qui su Wikipedia (inglese), e qui in italiano (vedi "2.3.2 I sette volti dell’invecchiamento").

L'altra scuola di pensiero, quella alla quale appartiene Josh Mitteldorf, sostiene invece che l'invecchiamento sia programmato dall'evoluzione nei nostri geni. Dall'introduzione al libro (vedi sotto per il link): "La nostra autodistruzione è prevista quanto lo è il nostro sviluppo in età infantile o il nostro sviluppo sessuale durante la pubertà. Crescita, pubertà e invecchiamento si dispiegano secondo un programma insito nei segmenti di regolamentazione del nostro DNA." Tale approccio, inevitabilmente, mette in discussione l'idea del "gene egoista", e mi sembra rimanga, almeno al momento, controversa. Ovviamente, i sostenitori di questa teoria prediligono un approccio genico alle terapie anti-invecchiamento e sperano che sia un approccio relativamente piu' semplice di quello intrapreso da de Grey e altri. Sempre dall'introduzione: "L'invecchiamento sembra essere causato da un programma genetico esplicito. Conseguentemente, la scienza medica dovrà affrontare le malattie tipiche della vecchiaia con un approccio diverso. Non possiamo usare 'medicina naturale.' Non possiamo aiutare il corpo a guarire, perché il corpo non sta cercando di guarire, sta cercando di distruggere se stesso. Invece, dobbiamo decodificare i segnali che attivano l'autodistruzione e sostituirli artificialmente con i segnali della vitalità ripica della gioventu'."

Quale dei due approcci e' quello giusto? Quale dei due ha piu' probabilita' di successo? Passeranno molti anni, temo, prima di avere una risposta. E quella risposta potrebbe essere 'entrambi' (dato che non mi sembra si escludano completamente a vicenda) o 'nessuno dei due'... Nel frattempo, possiamo solo sperare che la ricerca continui in entrambe le direzioni.

Dal sito dell'editore (MacMillan):

Un rivoluzionario studio del perche' invecchiamo, di cosa significa per la nostra salute, e di come potremmo combatterlo. In Cracking the Aging Code, il biologo teoretico Josh Mitteldorf e
il premiato scrittore e filosofo ecologico Dorion Sagan, rivelano come evoluzione e invecchiamento siano ancor piu' complessi di quanto pensassimo.

Utilizzando meticolosa scienza multidisciplinare e riesaminando la storia della nostra comprensione dell'evoluzione, questo libro sostiene che l'invecchiamento non è qualcosa che semplicemente succede, né è il risultato del logorio al quale l'organismo e' quotidianamente sottoposto, o di una fatalità genetica. Piuttosto, l'invecchiamento ha un affascinante scopo evolutivo: quello di stabilizzare le popolazioni e gli ecosistemi, i quali sono costantemente minacciati da oscillazioni cicliche che possono portare all'estinzione.

Quando una popolazione cresce troppo velocemente può mettersi a rischio di estinzione. Il ruolo evolutivo dell''invecchiamento è di regolare la nostra crescita in modo sostenibile e prevenire una crisi ecologica di fame, predazione, inquinamento, o infezione.

Questa nuova e dinamica comprensione dell'invecchiamento è provocatoria, avvincente e pionieristica, e sarà una sfida per il nostro modo di intendere l'invecchiamento, la morte, e cio' che ci rende umani.

Leggi l'introduzione a Cracking the Aging Code, sul sito dell'editore.

Su Amazon.it: Cracking the Aging Code: The New Science of Growing Old - And What It Means for Staying Young 

Nessun commento: