16 maggio 2016

Documentario: la crionica per sfuggire alla morte


Frozen Faith: Cryonics and The Quest to Cheat Death, e' un bel mini-documentario (23 minuti) prodotto da MotherBoard sul tema della crionica (ibernazione umana, o criopreservazione).

Contiene un breve riassunto dell'origine dell'idea, a partire da The Jameson Satellite, il racconto di fantascienza che ispiro' Robert Ettinger a scrivere La prospettiva dell'immortalita' e a lanciare il Cryonics Institute. Vediamo poi la cerimonia d'apertura della nuovissima Oregon Crynics (segnalata qui) e Max More che porta il giornalista in giro per la Alcor e spiega le motivazioni della crionica, seguito da Aaron Drake, medical director della Alcor, che illustra i dettagli della procedura (contiene immagini di interventi chirurgici).

Pettegolezzo: al settimo minuto intravediamo per qualche secondo Mike Perry, autore di Forever For All (un classico dell'immortalismo), nonche' dipendente della Alcor (pensavo fosse piu' giovane!)

Naturalmente, non puo' mancare l'esperto scettico, il quale arriva a meta' documentario, sotto forma di Michael Shermer (qui il suo famoso primo articolo critico della crionica). Trovo le sue obiezioni perfettamente ragionevoli ma miopi... Interessante, invece, come Shermer dichiari che il suo "allarme scettico" suona quando qualcosa comincia a sembrare una religione, il che conferma quanto dico da tempo, cioe' che crionica (e transumanesimo) mirano a realizzare molte delle promesse della religione, ma, e questa e' la differenza che Shermer ignora, nel mondo della fisica, anziche' della metafisica.

Segue un criobiologo dell'Universita' di Boston che spiega il ben noto problema che un tessuto biologico incontra alle bassissime temperature della crionica (la formazione di cristalli di ghiaccio). Da qualche anno, pero', Alcor e C.I. usano sostanze vitrificanti che, come minimo parzialmente, aggirano il problema. Un'obiezione interessante, pero', e' che potrebbero essere necessari diversi tipi di sostanze vitrificanti/crioprotettive, per i vari organi e tessuti di un organismo intero. Confesso di non aver sentito molta discussione di questo, nei circoli della crionica. Preoccupante... Come consoloazione, ecco un mio post sulla criopreservazione quasi perfetta dell'intero cervello di un mammifero (coniglio). Dico consolazione non solo perche', per dirla con Woody Allen, il cervello e' il mio secondo organo preferito (la sede di memorie e personalita'), ma anche perche' sospetto che un'eventuale rianimazione prendera' la forma di mind uploading.

Miscellanea: non poteva mancare l'analogia sbagliata dell'hamburger (al 16mo minuto) e non mi pronuncio, invece, sul cryonics musical del giovane crionicista (al 20mo minuto)...

Il giornalista di MotherBoard giunge infine alla conclusione che la crionica e' un complesso memetico che aiuta chi lo adotta a gestire la propria mortalita', un complesso basato sulla scienza, piuttosto che su immagini di inferno e paradiso.

Nell'insieme, il tutto m'e' piaciuto e non puo' che aiutare a diffondere l'idea della crionica, anche se avrei preferito che il giornalista avesse dato modo ai crionicisti di rispondere alle critiche di Shermer e dei criobiologi.

Nessun commento: