21 marzo 2016

Petizione per la trasparenza nel settore dell'Intelligenza Artificiale

Francamente non so a quanto possano servire iniziative del genere... Non sono nemmeno sicuro che la trasparenza sia la formula magica che eviti tutti i rischi dell'Intellenza Artificiale - non che questa sia l'ingenua opinione dei promotori della petizione. Ad ogni modo, e' senza dubbio di interesse per chiunque monitori gli sviluppi, non solo tecnici, nel campo dell'IA, per cui ne traduco/riassumo brutalmente il testo:

Se ritieni, come noi, che l'Intelligenza Artificiale (IA) avanzata debba essere sviluppata ed utilizzata trasparentemente, firma la nostra petizione! 
I recenti progressi dell'IA ci portano a credere nella previsione di Ray Kurzweil di un'IA dotata di un livello di intelligenza simile a quello di un essere umano entro il 2029. Molti temono che le conseguenze negative [dell'arrivo di IA avanzate] saranno piu' numerose di quelle positive. Ovviamente esistono dei limiti alla previsione e al controllo dei futuri progressi, ma ci sono anche iniziative che, se implementate ora, potrebbero massimizzare le probabilita' che tali progressi siano sostanzialmente positivi.
Un esempio di quanto possiamo gia' fare e' quello di insistere perche' la ricerca e gli impieghi dell'IA siano il piu' aperti e trasparenti possibile, in modo che l'IA sia un progetto per l'Umanita' intera e non qualcosa creato da un piccolo gruppo e imposto al mondo.
I firmatari sono: Bill Hibbard, Nick Baladis, Ben Goertzel, Hruy Tsegaye, David Hanson

Il sito dove e' possibile firmare la petizione: Humans for Transparency in Artificial Intelligence

C'e' anche un approfondimento su h+ Magazine: Humans for Transparency in Artificial Intelligence

Nessun commento: