11 novembre 2015

Letture: The End of Doom, di Ronald Bailey

A dieci anni (!?!) dal suo Liberation Biology, il libertarian-transumanista Ronald Bailey pubblica The End of Doom,

Da Amazon (traduco/riassumo):

Nell'ultimo mezzo secolo ci sono state molte previsioni di imminenti catastrofi ambientali. Esse si sono dimostrate universalmente errate. Nel frattempo, coloro che hanno scommesso sull'intraprendenza umana hanno quasi sempre vinto.

Ronald Bailey (corrispondente scientifico di Reason Magazine) torna ad occuparsi del futuro dell'Umanita' e della biosfera e scopre, contrariamente a quanto pensa il grande pubblico, che molti trend ecologici sono positivi. Fra gli altri: un calo nell'incidenza di tumori (negli USA); la possibilita' di un calo della popolazione mondiale entro la meta' di questo secolo; il ritorno di terreni agricoli allo stato naturale; il dimostrabile rapporto fra benessere economico e riduzione di inquinamento.

Il riscaldamento globale e' un problema, ma il costo dell'energia "pulita" sara' presto inferiore a quello dei combustibili fossili.

In The End of Doom, Bailey evita le polemiche e offre una prospettiva equilibrata, fondata sui fatti e, in ultima analisi, fiduciosa della nostra situazione ecologica corrente.

Un articolo su Reason (la rivista libertarian per cui Bailey scrive): The End of Doom. Good news! Dire predictions about cancer epidemics, mass extinction, overpopulation, and more turned out to be a bust.

Nel video qui sotto (21 minuti), Bailey presenta il suo libro.

Nessun commento: