23 aprile 2015

Il lato oscuro della metformina (1)

La metformina allunga la vita, ho scritto recentemente (e a quel collegamento troverete anche i miei altri articoli al proposito), ma nella vita non c'e' nulla di completametne bianco o completamente nero e la metformina, come qualsiasi altro medicinale, porta con se' degli effetti collaterali.

Da Wikipedia:

Effetti avversi

I più comuni effetti collaterali causati dall'uso della metformina sono di natura gastrointestinale: nausea, vomito, anoressia, diarrea, dolore addominale. Sono generalmente dose dipendenti (cioè compaiono più frequentemente in persone che assumono dosaggi alti di farmaco), compaiono soprattutto all'inizio della terapia e tendono ad essere transitori. Nel 3-5% dei casi, comunque, la diarrea può essere persistente e di fronte a ciò bisogna sospendere l'uso della metformina. L'uso cronico della metformina può limitare l'assorbimento di vitamina B12, per cui si consiglia di valutare i livelli ematici di tale vitamina e l'ematocrito al fine di valutare la necessità di una supplementazione parenterale. Talvolta si può sviluppare uno stato di acidosi lattica che compare più frequentemente in persone con insufficienza renale, con malattie epatiche, alcoliste o con condizioni tali da facilitare la comparsa di ipossia (tipo malattie cardiopolmonari croniche). In persone in tali condizioni, perciò, l'uso della metformina è controindicato. Porta, in alcuni casi, grossi disturbi del visus.
Chiudo segnalando un altro possibile effetto, particolarmente preoccupante per i maschietti: la riduzione dei livelli di testosterone (Effects of short term metformin administration on androgens in normal men).

Aggiornamento del 15 marzo 2016: Il lato oscuro della metformina (2)

Nessun commento: