6 ottobre 2014

Calcio e carcinoma colo-rettale; omega-3 e capacita' uditiva; folati post-menopausa e demenza.

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

Gli ultimi articoli pubblicati

La carenza di folati in post-menopausa appare correlata a un maggior rischio di disturbi cognitivi e probabile demenza. Il Women’s Health Initiative Memory Study ha seguito per 5 anni oltre 7000 donne in postmenopausa, evidenziando l’associazione tra carenza di folati e aumento di disturbi cognitivi lievi (Mild Cognitive Impairment) e di probabile demenza.

L’apporto regolare di omega-3 col pesce è in grado di prevenire nelle donne il calo progressivo della capacità uditiva. Per rallentare la perdita uditiva legata all’età sarebbe utile consumare almeno due porzioni alla settimana di pesce. La correlazione tra livelli di consumo di pesce e protezione, che emerge da un’analisi dei dati del Nurses’ Health study II, è infatti diretta e positiva.

Che sia alimentare o da integrazione, l’assunzione di calcio riduce il rischio di sviluppare un carcinoma colo-rettale. Una metanalisi di studi di tipo dose-risposta mostra che il rischio di tumore del colon-retto diminuisce dell’8% per ogni 300 mg/die di calcio totale (sia da fonti alimentari che da supplementi), probabilmente anche oltre la soglia di un grammo al giorno.

Nessun commento: