7 gennaio 2014

Pesce e gravidanza; dieta mediterranea e prevenzione carcinoma gastrico; il te' protegge dal diabete tipo 2; il cibo come fonte di piacere e benessere

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

L’assunzione di pesce in gravidanza previene il rischio di parto pre-termine e favorisce il corretto peso alla nascita del neonato. La futura madre deve includere nella propria dieta un regolare consumo di pesce, sia grasso che magro, per ridurre il rischio di parto pre-termine e assicurare la corretta crescita fetale.

Maggiore è l’adesione alla dieta mediterranea minore è il rischio di sviluppare carcinoma gastrico. Dati italiani, emersi da due ampi studi di popolazione, confermano che il rischio di neoplasia gastrica si riduce per chi segue con costanza i principi della dieta mediterranea.

Il consumo regolare di tè è protettivo nei confronti del rischio di diabete di tipo 2. Chi consuma almeno due tazze di tè al giorno è meno esposto al rischio di sviluppare diabete di tipo 2 rispetto a chi non ne beve mai. La riduzione del rischio è del 15 per cento per livelli di assunzione pari o superiori alle 4 tazze giornaliere.

Cibo come fonte di benessere e soddisfazione di un piacere, ma anche come espressione di una scelta salutare. Tra i fattori che determinano le scelte alimentari viene sempre più citata la capacità di indurre benessere, concetto che appare correlato non solo alla piacevolezza del cibo, ma anche ai suoi effetti positivi sulla salute.

Nessun commento: