23 gennaio 2014

La Singolarita' Tecnologica? Nel 2035 al piu' tardi

Lampo singolaritario. La legge di Moore rallenta, mettendo il bastone tra le ruote alla Singolarita'? Tranquilli: Eray Ozkural, su h+ Magazine, ritiene che la legge da tener d'occhio e' invece quella di
Koomey: la energy-efficiency dei computer raddoppia ogni 18 mesi (e a quanto pare la tendenza e' in atto dal 1945). Partendo da questa base, Ozkural formula la sua Infinity Point Hypotesis, secondo la quale possiamo aspettarci computer con livelli di intelligenza paragonabili a quelli umani entro il 2025 (o al massimo entro il 2030). Entro altri cinque anni, con adeguati ma non necessariamente massicci investimenti, e in assenza di ostacoli imprevisti, sara' possibile raggiungere i limiti imposti dalla fisica alla computazione. Ammesso e non concesso, resta da vedersi se cio' corrisponda ad una singolarita', o meglio, a quale tipo di singolarita' (qui qualche esempio). Ad ogni modo e' impossibile non condividere la conclusione di Ozkural: viviamo in tempi interessanti, avanti tutta!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Chiedo una delucidazione: non era già stato affermato da Kurzweil - forse anche da qualcun altro, ma ricordo il buon Raymond - che sarebbe stato prevedibile che la Legge di Moore andasse ad "affievolirsi" poiché è solo parte di una tendenza più grande, ossia la Legge dei Ritorni Accelerati, resa nota proprio da Kurzweil?

GNR

Estropico ha detto...

O che la legge di Moore e' solo una e parte di un insieme di "leggi" che ci spingono nella stessa direzione - piu' o meno e se ricordo bene...

Ciao,
Fabio