16 dicembre 2013

La macchina di Santa Claus, di Maria Elisabetta Bonafede

Segnalo che Elisabetta Bonafede (della quale troverete qualche articolo su Estropico.org) ha pubblicato "La macchina di Santa Claus", sul tema delle stampanti 3D.

E' possibile immaginare una macchina che possa estrarre materiale -anche rocce dalla Luna  o daasteroidi-, elaborarlo e costruire con esso pressoché tutti i prodotti: lavatrici, tazze da tè, automobili o navicelle spaziali. Questa macchina potrebbe attingere l’energia dal sole e il materiale dal luogo in cui si  trova per produrre a richiesta qualsiasi cosa, sempre che si sappiaquali istruzioni darle per farlo. Penso che il nome adatto per un tale dispositivo sia "macchina di Babbo Natale" (Ted Taylor, in Nigel Calder, Spaceships of the Mind,  New York, 1978).

La quarta di copertina:

La stampante 3D è davvero la macchina di santa Claus? Le sue potenzialità permettono di rivoluzionare il sistema produttivo dalla massima alla minima scala, con possibilità inimmaginabili per il Do It Yourself. Gli industriali più avveduti e i politici più illuminati se ne sono già resi conto, anche se nell’opinione pubblica l’idea non è molto diffusa. Il testo si propone di tratteggiare i vari aspetti storici, tecnologici e le applicazioni nei più svariati campi: dal design alla medicina, dall’industria aerospaziale alle nanotecnologie, dalla ludica all’arte e all’architettura a cui è dedicata un’ampia sezione. In tal modo i lettore potrà avere informazione sintetica e accessibile sullo stato dell’arte e una finestra aperta sulle ancor più stupefacenti prospettive future. Arricchiscono il testo l’apparato di immagini e una intervista in appendice ad uno dei team protagonisti del 3d printing made in Italy.

 Maria Elisabetta Bonafede, architetto e saggista, si interessa di architettura digitale e tecnologie emergenti. Tra i contributi su questi temi ricordiamo, oltre ai vari saggi reperibili in rete, la recente pubblicazione per la collana IT Revolution in Architecture di Edilstampa.

La macchina di Santa Claus, sul sito dell'editore, 40k publishing.

Nessun commento: