6 novembre 2013

Transumanesimo anti-umanista?

La mia impressione del sovrumanismo, semplificando brutalmente, e' che sia una versione anti-umanista del transumanesimo. Un ossimoro? Certo, ma non per tutti, a quanto pare.

O forse, continuando con gli ossimori, potremmo prendere a prestito da Wikipedia la definizione di Casapound ("centro sociale di ispirazione fascista") e riadattarla al sovrumanismo descrivendolo come una "versione del transumanesimo di ispirazione fascista." Perche' proprio Casapound? Perche' uno degli alfieri del sovrumanismo e' il "responsabile cultura" di quell'organizzazione. O forse dovrei dire era, nel senso che da tempo non torna sul tema. Lo stesso dicasi per altri noti sovrumanisti, anche loro in contatto con l'area della destra antagonista e anche loro da qualche tempo piu' interessati alla politica che alla biopolitica - che sia un risultato della non esattamente calorosa accoglienza loro riservata da almeno una parte del transumanesimo italiano?

Ad ogni modo... Transumanesimo e fascismo: un matrimonio impossibile? Certo, il che forse spiega la necessita', evidentemente sentita da alcuni, di elaborarne una versione anti-umanista in grado di convolare a (in)giuste nozze con la tetra ideologia sorta proprio in Italia agli inizi del secolo scorso. Questa, quantomeno, e' la mia impressione quando m'imbatto in articoli dichiaratamente sovrumanisti come questo.

1 commento:

Estropico ha detto...

Casomai ci fossero dei dubbi, chiarisco che le mie arcane elucubrazioni qui sopra si riferiscono all'intervistato e non all'intervistatore...