23 maggio 2013

Profilo lipidico e vista; flavonoli e mortalita' vascolare; il pasto migliore dopo l'esercizio fisico; solanacee e riduzione Parkinson

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

Un profilo lipidico sano attorno ai 50 anni si associa a una visione ottimistica della vita. Una ricerca statunitense su uomini e donne attorno ai 50 anni dimostra per la prima volta la correlazione tra profilo lipidico favorevole, ottimismo e stile di vita sano

L’assunzione costante e adeguata di flavonoli, non solo con il tè, riduce nelle donne over 75 la mortalità vascolare. Questa ricerca conferma i benefici vascolari dei flavonoli (flavonoidi antiossidanti) indipendentemente dalla fonte alimentare

A basso contenuto di grassi e alto tenore di carboidrati: ecco il pasto migliore da un punto di vista metabolico, dopo l’esercizio fisico, per ragazzi obesi in età pre-puberale. La merenda a minor impatto metabolico per un ragazzino obeso dopo una seduta di attività fisica prevede, a parità di energia e proteine, pochi grassi, più carboidrati.

Un’alimentazione ricca di Solanacee fornisce all’organismo nicotina, che sembra essere associata alla riduzione del rischio di malattia di Parkinson idiopatica. I risultati di questo studio suggeriscono un potenziale effetto protettivo del consumo di peperoni, pomodori, succo di pomodoro e patate, ricchi di nicotina, nei confronti della malattia di Parkinson idiopatica.

1 commento:

Estropico ha detto...

Preciso che, personalmente, ho dei seri dubbi che quello qui segnalato sia davvero il "pasto migliore" dopo l'esercizio fisico. Per perdere peso (adipe), sto leggendo da molte parti che sarebbe meglio evitare i carboidrati completamente (dopo l'esercizio). Se vi interessa, mettete "carbless post work-out" in google.

Ciao,
Fabio