24 maggio 2013

La nascita della seconda specie intelligente e il futuro dell'Umanita'



Le interviste del SIAI (Singularity Institute for Artificial Intelligence - ora conosciuto come MIRI)

Marshall Brain parla del futuro dell'umanità e della nascita della seconda specie intelligente. 

Esisterà mai una Singolarità?

Marshall Brain: Condivido l'idea secondo cui siamo in procinto di creare la seconda specie intelligente nell'Universo. Ne parlerò domani (al Singularity Summit, N.d.T.). Per quel che ne sappiamo oggi, esiste una sola specie intelligente nell'Universo. Non ci sono prove che ne esista più di una. Non ci è dato sapere altro. E stiamo creando la seconda che, prevediamo, finirà per diventare molto più intelligente di noi, grazie al rapido aumento della potenza di calcolo. 

Sono anche completamente convinto che le conseguenze, quando esisteranno due specie intelligenti nell'Universo, saranno imprevedibili. L'idea che quell'intelligenza possa di gran lunga surclassare tutto ciò che possiamo immaginare su noi stessi, l'idea che nel 2100 tu possa acquistare per 500 dollari un milione di intelligenze umane in una scatola, o un'intelligenza che sia un milione di volte superiore a quella umana, e non abbiamo idea di cosa sia, di cosa farà... anch'io penso che gli esiti saranno imprevedibili.

La Singolarità è  davvero vicina?

Marshall: Se ci limitiamo a seguire una curva di Moore, allora nel 2020 potrai comprare nel tuo negozio di fiducia, per 500 dollari, un computer che esegue circa un trilione di operazioni al secondo. Nel 2040, per la stessa cifra, eseguirà circa un quadrilione di operazioni al secondo. Crediamo che il cervello umano abbia una potenza di calcolo pari a circa un quadrilione di operazioni al secondo. Perciò penso che ad un certo momento, nel periodo 2030- 2050, saremo in grado di dire: "Ecco un computer che per 1000 dollari offre la potenza di calcolo del cervello umano". E a quel punto disporremo anche di algoritmi che ci permetteranno di utilizzare in modo intelligente, efficace, tutta quella potenza di calcolo. Poi basta seguire quella curva e nel 2100, per dire, avremo l'equivalente di un milione di intelligenze umane in una scatola, o in un bottone (ride), non importa quanto grande, sulla tua scrivania. E costerà 500 dollari. Vedremo se tutto questo accadrà davvero. Ma penso che intorno al 2040, decennio più decennio meno, avremo l'intelligenza umana in un chip.

Leggi tutto, su Estropico.org 

Nessun commento: