30 maggio 2013

Futurologia: venti previsioni per i prossimi dodici anni

I cinque libri gratis con l'iscrizione alla WFS
Periodicamente, la World Future Society azzarda una serie di previsioni a breve-medio termine. In realta', questa loro operazione contiene un elemento di marketing per attirare nuovi iscritti, ma le loro previsioni sono sempre stimolanti e ogni volta che le pubblicano scopro qualcosa che non sapevo, per cui ecco quelle recentemente pubblicate per i prossimi dodici anni: 20 Forecasts for 2013-2025 (in realta', alcune sono a piu' lungo termine).

Traduco/riassumo brutalmente:

1) Automobili a pile a combustibile che fanno guadagnare chi le guida, vendendo alle agenzie elettriche il surplus di elettricita' prodotta.

2) Il costo di produzione dei robot crolla del 90%, grazie alla diffusione di diagrammi open-source.

3) I telefonini smart influenzano la politica in Africa, portando a piu' trasparenza e riducendo corruzione e poverta'.

4) Entro il 2050, gli oceani subiscono estinzioni di massa, a causa del "triangolo mortale" composto da inquinamento, pesca eccessiva e mutamento climatico.

5) Il cloud diventa intelligente. Non si limita piu' ad immagazzinare dati, ma provvede anche analisi e consulenze.

6) Le stampanti 3D rivoluzionano la produzione industriale.

7) L'India supera la Cina sia in termini demografici che di innovazione, entro il 2028. Nel 2010, i brevetti indiani sono cresciuti del 36,6% (la media mondiale e' del 5,7%).

8) Il mercato della casa "verde", cioe' composta da materiali sostenibili, passa dal 17% del 2011, in USA, al 38% del 2016.

9) Arrivano i robo-badanti. Nel corso dei prossimi dieci anni, ricercatori giapponesi intendono dare piu' funzioni al robot RIBA II.

10) I materiali smart portano a un boom dell'energia. L'esempio perfetto sono i nanotubi di carbonio, che potrebbero offrire nuovi materiali leggeri, incredibilmente robusti e persino in grado di generare energia solare.

11) L'internet delle cose. Miliardi di apparati (computer, telefonini smart, gadget, termometri, illuminazione, etc) collegati a internet. 

12) Il dirigente e Facebook. Le aziende avranno bisogno di dipendenti esperti nell'uso di reti sociali.

13) Un "etilometro" che offre diagnosi mediche grazie ad un chip ricoperto di nanocavi per l'identificazione di sostanze chimiche indicative della presenza di malattie o microorganismi

14) Il laboratorio su un singolo transistor (Lab-on-a-Chip). Un telefonino dotato di tale chip porta le analisi di laboratorio in posti difficilmente raggiungibili (paesi in via di sviluppo, etc) e, aggiungo io, diventa uno strumento utilissimo per noi longevisti...

15) Nanomedicina: entro vent'anni, arrivano i primi nanorobot (basati su DNA) in grado di portare un medicinale esattamente dove necessario, all'interno dell'organismo umano.

16) La rivoluzione della longevita' crea disparita'. Il successo di terapie geniche, cellule staminali, e "stampaggio" di organi, estender le aspettative di vita. Avere 100 anni, sara' come oggi e' averne 60 - ma solo per coloro che avranno accesso a tali terapie...

17) La realta' aumentata, insieme alla possibilita' di giudicare e commentare prodotti e servizi (per esempio con un like su Facebook), fanno della reputazione aziendale un fattore sempre piu' importante.

18) "Peak water" sara' peggio di peak oil (non che quest'ultimo sia un problema reale, aggiungo io...)

19) L'esplosione demografica (degli Amish). Sono il gruppo religioso in piu' rapida crescita negli USA e raggiungeranno il milione poco dopo il 2050.

20) La prossima fase dell'esplorazione spaziale iniziera' dopo il 2020, spinta da privati quali Paul Allen, Elon Musk, Richard Branson, Jeff Bezos.

Nessun commento: