23 aprile 2013

Le fibre riducono il rischio ictus; orzo e prevenzione sindrome metabolica; alimentazione e stile di vita e mortalita'; pesce nell'infanzia e malattie allergiche

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

Un maggiore apporto di fibre con la dieta è associato a una riduzione del rischio di ictus, sia ischemico e sia emorragico. Una revisione critica degli studi condotti dal 1990 al 2012 correla un’adeguata assunzione di fibre con un ridotto rischio di ictus ischemico ed emorragico.
 
L’orzo integrale è un importante alleato nella prevenzione della sindrome metabolica, attraverso il controllo del metabolismo glucidico, della sazietà e quindi dell’assunzione di cibo. I carboidrati complessi dell’orzo integrale, consumato al pasto serale, modulano la risposta glicemica nel lungo periodo, condizionando il senso di sazietà e il desiderio di cibo nell’arco delle successive 16 ore.

Seguire con costanza le indicazioni su alimentazione e stile di vita contribuisce a ridurre significativamente la mortalità e promuove lo stato di salute a lungo termine. Lo studio europeo EPIC conferma che uno stile nutrizionale e di vita sano, secondo le raccomandazioni del Fondo mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF), è effettivamente in grado di promuovere longevità in salute.

Il consumo regolare di pesce dal primo anno di vita riduce significativamente incidenza e prevalenza delle malattie allergiche nei primi 12 anni di vita. Introdurre nella dieta il pesce fin dal primo anno di vita permette di limitare la comparsa di malattie allergiche (soprattutto eczema e rinite) nei primi 12 anni di vita.

Nessun commento: