9 marzo 2013

Dieta mediterranea e eventi cardiovascolari; noci e diabete 2; ferro e sindrome premestruale; te' verde e controllo glicemia

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

La dieta mediterranea è più efficace di una dieta a ridotto tenore di grassi nella prevenzione primaria degli eventi cardiovascolari. La dieta mediterranea, integrata con frutta secca con guscio, è efficace nella prevenzione dell’infarto miocardico e dell’ictus in soggetti ad alto rischio che non hanno ancora subito un evento cardiovascolare.

Un’alimentazione ricca di noci riduce il rischio di diabete 2 nelle donne. Il consumo regolare di noci (almeno 2 porzioni settimanali) è direttamente correlato con la riduzione del rischio di diabete di tipo 2 nelle donne.

L’apporto con la dieta di ferro non-eme può ridurre l’incidenza di sindrome premestruale. Un intake quotidiano pari a circa 20 mg di ferro non-eme (da fonte vegetale o da alimenti arricchiti) permette di ridurre fino al 40 per cento il rischio di sindrome premestruale.

Il tè verde, con o senza caffeina, contribuisce al controllo della glicemia. Consumare tè verde con regolarità riduce il valore della glicemia a digiuno.

Nessun commento: