11 ottobre 2012

Morta la donna (forse) più vecchia del mondo: 132 anni

Si chiamava Antisa Khvichava e aveva ben 132 anni, ben 10 in più del precedente record attribuito alla francese Jeanne Louise Calment. 
I documenti esibiti dalla donna georgiana attestano una data di nascita risalente addirittura al 1880! A testimoniare il suo record vi sarebbero un passaporto e un certificato di nascita. L'autenticità di tali documenti non è però stata verificata con certezza. Stephen Coles, ricercatore del Gerontology Research Group, ha provato a verificare la vicenda dell'anziana signora e ha scoperto che se la Khvichava fosse davvero nata nel 1880 avrebbe dato alla luce il suo ultimo figlio all'età di 60 anni, il che sembrerebbe alquanto improbabile. In questo video la donna, due anni fa, celebrava il suo 130simo compleanno.

video

La donna abitata in un remoto villaggio del nord-ovest della Georgia di nome Sachino e nacque praticamente quando la Georgia era ancora sotto l'impero zarista. Si pensi che quando affondò il Titanic la donna aveva già 32 anni!

Che dire, se l'età sarà confermata da ricerche ulteriori quel famoso limite dei 120 anni che molti gerontologi avevano stabilito come il massimo per la razza umana sarebbe stato qui non solo superato ma addirittura infranto. Oltretutto la donna è arrivata ai 130 in buona salute, con le facoltà cognitive ancora a posto e vista e udito ancora efficienti (riesce infatti a spegnere le candeline...). 

"Il segreto della mia longevità: un bicchierino di brandy al giorno!" Dichiarò candidamente la gentile Antisa qualche tempo fa: corro subito a comprarne una bottiglia... :-)

1 commento:

Estropico ha detto...

Interessante, Ugo, ma anch'io sono scettico sulla vera eta' della signora. Ad ogni modo, al di la' dei supercentenari che stabiliscono nuovi record di longevita' (record che, ufficialmente, resta a Jean Calment), aggiungo un'informazione utile: l'eta' tipica che la gran parte dei supercentenari non riesce a superare e' quella di 114 anni (ma non mi ricordo dove l'ho letto).

Ciao,
Fabio