2 ottobre 2012

Manualetto di retorica longevista

Avete mai provato a parlare della prospettiva di aspettative di vita illimitate ad un amico o conoscente? Anche senza andare a tirare in ballo temi piu' controversi quali immortalita' cibernetica o ibernazione umana, basta parlare di una vita media sopra i cent'anni con interventi genici/biotecnologici e ci si trova sempre davanti alle stesse obiezioni. Beh, Sergio Bossi, sulla pagina Facebook del nascente Partito Longevista, del quale il sottoscritto e' co-fondatore, ha creato una lista delle obiezioni piu' frequenti, con tanto di risposte. Eccola:

1) Sovrappopolazione. Ovvero: Il mondo si riempirebbe di gente
  • La sovrappopolazione è un mito ricorrente, non dimostrabile
  • Il vero problema è la cattiva distribuzione, non la sovrappopolazione
  • Le risorse aumentano grazie alla tecnologia e alle persone che la creano
  • Sono le persone, e la loro creatività, l'unica vera risorsa
  • Si tratta di un problema trascurabile rispetto alla morte
  • Ci penseremo dopo, avremo un sacco di tempo per farlo
  • Fare figli è una responsabilità, non una cosa automatica
  • Attualmente fare figli è una scelta, morire no
  • Nei paesi sviluppati le famiglie fanno sempre più carriera e sempre meno figli
  • Aumentare il cibo: fertilizzanti, trattori, ogm, agricoltura verticale...
  • Aumentare le risorse: energie rinnovabili, pulite
  • Aumentare lo spazio: colonizzare terre non fertili o altri pianeti
  • Vegetarianesimo
2) Noia. Ovvero: Non saprei come far passare la giornata
  • Esisteranno sempre i ponti da cui buttarsi di sotto
  • Il morire diventerebbe una scelta, attualmente è un obbligo
  • La gran parte della gente sa come passare la giornata
  • Pensa quanto ti sei annoiato fino ad ora, ed estrapola all'infinito
  • pag 228 di "long for this world"
  • Pensa che avrai la play station 16
3) Agonia. Ovvero: Meglio un giorno da leone che cento da pecora
  • Meglio ancora cento giorni da leone
  • La medicina rigenerativa ripristina lo stato di salute ottimale
  • James Dean non conosceva Aubrey De Grey
  • Titone non conosceva Aubrey De Grey
4) Natura. Ovvero: La Natura non sarebbe contenta
  • Ogni tecnologia è contro natura, perfino l'agricoltura
  • La natura in ultima analisi non esiste, è un' invenzione romantica per colmare il vuoto di Dio
  • La natura non è altro che il funzionamento momentaneo delle cose
  • Il cervello è evoluto in amore e odio con i suoi vincoli genetici e "naturali"
  • Molti animali sono "naturalmente immortali": meduse, hydra
  • Anche Central Park è innaturale
5) Dio. Ovvero: Dio non sarebbe contento
  • Dire di sapere cosa vuole Dio è solo un modo per vantarsi
  • Se proprio vuole Dio può ucciderti in tanti altri modi
  • Le religioni in generale non apprezzano la sofferenza e la morte
  • Alcune cercano addirittura la vita eterna
6) Egoismo. Ovvero: Bisogna lasciare spazio alle nuove generazioni
  • Ci saranno altre generazioni comunque
  • Sono più importanti le persone che già ci sono che quelle a venire
  • Altrimenti non si potrebbero usare i preservativi
7) Codardia. Ovvero: Lo dici solo perchè ne hai paura, rilassati e accetta il tuo destino!
  • Si, ne ho paura
  • Lo scopo della vita non è rilassarsi, ma agire
  • Anche l'eroina rilassa molto
8) Impossibilità. Ovvero: Non è scientificamente possibile
  • Invece sì, abbiamo già triplicato le nostre aspettative di vita dai tempi di Gilgamesh
  • Perchè le meduse possono e noi no? Cos' hanno loro di speciale?
  • Non solo è possibile, ma è più facile che curare una malattia per volta
  • Prevenire è più facile che curare
  • C'è un premio con 4 zeri se dimostri che è impossibile, nessuno lo ha vinto
  • Anche andare sulla Luna era impossibile fino a 50 anni fa
  • Dimostrare che qualcosa è veramente impossibile è impossibile
9) Costi. Ovvero: Costerebbe troppo, prima bisogna curare il cancro, poi l'Alzheimer...
  • Molte di queste cose sono contenute nel SENS
  • Prevenire costa meno che curare
  • Costa molto di più la guerra: è stato stimato che uccidere 20 talebani costa un miliardo di dollari, l'equivalente di salvare il mondo intero dall'invecchiamento
  • Costano molto di più una marea di altre cretinate
10) Opposti. Ovvero: Senza il suo opposto la vita non avrebbe senso
  • Senza la miseria la ricchezza non avrebbe senso?
  • Senza la fame la sazietà non avrebbe senso?
  • Senza la malattia la salute non avrebbe senso?
11) Importanza. Ovvero: Bisogna pensare a cose pù importanti, curare i veri malati
  • Si possono fare entrambe le cose, le risorse lo permettono
  • Considerando il numero di morti la morte è la malattia più pericolosa
  • Gli anziani sono veri malati, attualmente malati terminali
  • Non è un gioco a somma zero, le discipline scientifiche sono interdipendenti
  • Come la corsa allo spazio, sarebbe un volano per lo sviluppo tecnologico
  • Sarebbe una pietra miliare nella storia dell'umanità
12) Qualità. Ovvero: Quello che importa è la qualità della vita, non la quantità
  • Le due cose non si escludono
  • Salvare vite è una vita spesa bene, di qualità
  • Se fossimo morti a 10 anni non avremmo potuto sperimentare molte qualità della vita
13) Divisione. Ovvero: L'immortalità creerebbe divisioni e contrasti tra chi se la può permettere e chi no
  • Non stiamo parlando dell'iPhone 4, l'estensione della vita diventerà un diritto dell'uomo
  • I tempi di adozione delle nuove tecnologie stanno diminuendo esponenzialmente
  • I primi ad adottare una tecnologia spendono di più e hanno più inconvenienti degli ultimi
14) Pensioni. Ovvero: chi pagherà tutti questi vecchi arzilli?
  • Loro stessi! Andranno a lavorare e a ballare al sabato sera!
  • Le pensioni diventeranno "vacanze temporanee"
15) Stagnazione. Ovvero: La scienza avanza funerale per funerale
  • Più tempo significa mettere conoscenza su conoscenza
  • Ogni volta che muore un uomo è come se venisse bruciata una biblioteca
  • Cosa avrebbe fatto Einstein in altri 10 anni?
  • Le persone potranno cambiare diverse carriere
  • Un cervello biologicamente giovane è un cervello plastico e creativo

5 commenti:

Ugo Spezza ha detto...

Molto interessante. Tuttavia alcune risposte sono troppo aggressive. Se ci si deve proporre ad un pubblico più vasto bisogna delineare degli scenari positivi e nello stesso tempo (ma con delicatezza) far comprendere quelli attuali, ovvero quelli negativi che portano al mortalismo.

Ciò comporta una maggiore descrittività delle risposte e l'eliminazione dei punti elenco come base di spiegazione.

Anonimo ha detto...

"La sovrappopolazione è un mito ricorrente, non dimostrabile
Il vero problema è la cattiva distribuzione, non la sovrappopolazione
Le risorse aumentano grazie alla tecnologia e alle persone che la creano
Sono le persone, e la loro creatività, l'unica vera risorsa"

Dopo aver letto queste affermazioni, che dimostrano perlomeno una scarsa conoscenza del funzionamento dell'ecosistema, è difficile credere alle altre. GS

Anonimo ha detto...

Dopo una sfilettata come quella dell'anonimo qui sopra, non sarebbe il caso che l'autore del blog rispondesse? :)

Estropico ha detto...

He! Nel gestire questo blog, all'autore e' venuto il callo e le "sfilettate" non le sente piu'! ;-)

A chi perde il sonno a causa degli scenari demografici piu' pessimisti posso solo consigliare la lettura di alcuni articoli nella sezione Demografia del blog [1], in particolare questo studio scientifico sugli effetti demografici dell'ipotetica sconfitta dell'invecchiamento [2] e un articolo dell'autore di Piu' che Umano: Allungamento della vita e sovrappopolazione, di Ramez Naam [3].

Ciao,
Fabio
[1] http://estropico.blogspot.co.uk/search/label/Demografia#axzz2AIJuTfU6
[2] http://estropico.blogspot.co.uk/2012/10/le-conseguenze-demografiche-della.html
[3] http://estropico.org/index.php?option=com_content&view=article&id=111:allungamento-della-vita-e-sovrappopolazione-di-ramez-naam&catid=37:longevismo&Itemid=76

dariog ha detto...

io in generale concordo con Fabio e apprezzo tutti i suoi "sforzi" :) e il suo visionaresimo.
La mia unica obiezione è sulla "noia"... ma ho una sensibilità un po' particolare (e un'ottima memoria :)