11 settembre 2012

Gli scimpanze' non si ammalano di cancro: e' il prezzo che paghiamo per la nostra intelligenza?

O quantomeno, e' raro che ne siano afflitti e, come non bastasse, lo stesso dicasi di autismo, difetti del tubo neurale e a dipendenze dall'alcol e da altre sostanze. E a quanto pare non e' perche' non fumano e non mangiano junk-food...

Da Galileo.it:

"centinaia di geni del cervello umano presentavano livelli di metilazione significativamente inferiori rispetto a quelli del cervello degli scimpanzé"

"La metilazione è una modifica epigenetica del Dna, altera cioè l'espressione dei geni senza mutare il materiale genetico della cellula, ed è per questo un candidato perfetto per spiegare le grandi differenze fenotipiche esistenti tra umani e scimpanzé nonostante un genotipo quasi identico."

E su ScienceDaily leggo che i ricercatori sospettano che la suscettibilita' ai tumori sia il prezzo che paghiamo per livelli di intelligenza superiori a quelli dei nostri cugini. Analizzando vari tessuti (cervello, testicoli, fegato, reni e cuore), hanno rivelato profonde differenze (fra tessuti umani e di scimpanze') per quanto riguarda l'apoptosi (Wikipedia). La loro teoria e' che la nostra, meno efficiente, apoptosi abbia consentito lo sviluppo del cervello umano.

Ecco l'abstract: Divergent Whole-Genome Methylation Maps of Human and Chimpanzee Brains Reveal Epigenetic Basis of Human Regulatory Evolution

Nessun commento: