31 agosto 2012

Non tutti i transumanisti vogliono l'immortalita'

Almeno secondo il gia' segnalato sondaggio di Terasem/World Future Society pubblicato su humanity+. I risultati ci dicono che "solo" il 76,2% dei transumanisti desidera l'immortalita'. Per una serie di ragioni che va dalla speranza nell'immortalita' dell'anima, alla sovrappolazione, alla paura della noia, quasi un quarto dei transumanisti non si considera quindi immortalista! Devo dire che trovo questo risultato molto sorprendente...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Non ho mai capito la storia della noia. Presumibilmente immortalità (almeno in una prima fase) significherà estendere la vita con una serie di "revisioni" periodiche. Ma dubito che saranno obbligatorie. Per cui nel momento in cui uno si stufa potrà sempre evitare di farle.

Luca.

Anonimo ha detto...

Per la sovrappolazione sono state già spese moltissime parole ed è un timore a parer mio ingiustificato.
La noia. Posso capire di più la preoccupazione, anche io ero un po' turbato, ma più che altro perchè mi pareva che non si desse abbastanza importanza filosofica alla questione. Poi ho scoperto il lavoro di Elizer Yudkowski sulla nascente teoria del divertimento (o teoria della felicità, come preferisco chiamarla) e ora sono tranquillissimo. Io credo semplicemente che la comunità transumanista sia troppo lungimirante e troppo previdente per farsi prendere in contropiede. Continuiamo così!

Anonimo ha detto...

Lo Spazio esterno permette di ospitare qualsivolgia nmero di umani.

Il solo nostro Sole permette il sostentamento di qualche triliardo di abitanti.