10 aprile 2012

Max More: la crionica e' una delle strategie anti-invecchiamento a nostra disposizione



"Vedo la crionica come parte di un portafoglio di strategie anti-invecchiamento. Dopotutto, quanto abbiamo sentito [a questa conferenza - Ndr] e' ancora agli inizi, e speriamo tutti che proceda abbastanza rapidamente da prevenire il nostro invecchiamento e morte, ma... non dovremmo esserne troppo sicuri. Non e' necessariamente quanto accadra'. Trent'anni fa ero sicuro che oggi avremmo sostanzialmente risolto il problema [dell'invecchiamento - Ndr], ma in tutto questo tempo non ci sono stati grandi progressi..."

Sagge parole di Max More, presidente della Alcor, dal video qui sopra, una sua presentazione sul tema dell'ibernazione umana (crionica o criopreservazione) alla conferenza SENS5. Il resto del video e' una dettagliata introduzione al tema.

Vedi anche: una serie di articoli sulla crionica, sulla vecchia versione di Estropico, e un paio di traduzioni di articoli di Max More: Lettera a Madre Natura; I principi estropici.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Questo post mi dà lo spunto per una riflessione: sarebbe bello che l'autore del blog, che è vicino ai temi transumanisti in generale da molti anni se non decenni (se non ho capito male!), facesse un "riassunto" delle sue aspettative e di quanto e come esse si siano effettivamente realizzate, in termini di progresso e realizzazione di previsioni varie fatte in passato da autori che ha letto o da sue considerazioni personali derivategli dalle letture stesse.
Insomma, quali campi o singole innovazioni hanno rispettato, o perché no, superato le aspettative, e quali invece le hanno deluse, in rapporto a un tot di anni fa.
Lo troverei molto interessante!

GNR

Estropico ha detto...

He! Mi addossi un lavoraccio! ;-)

Invece io stavo pensando ad un post su come e' cresciuto e cambiato il movimento h+ da quando l'ho scoperto, ormai circa vent'anni fa.

Per quanto riguarda le "nostre" aspettative e come (e se) si siano realizzate, consiglio invece questa analisi (tutt'altro che acritica) delle previsioni di Kurzweil (se ne avro' tempo ci scappera' un post al proposito):

http://www.forbes.com/sites/alexknapp/2012/03/20/ray-kurzweils-predictions-for-2009-were-mostly-inaccurate/

Ciao,
Fabio

Estropico ha detto...

Dimenticavo: qui c'e' la risposta di Kurzweil:

http://www.forbes.com/sites/alexknapp/2012/03/21/ray-kurzweil-defends-his-2009-predictions/

Ciao,
Fabio

Anonimo ha detto...

Be', ma ti chiederei eventualmente di farlo in modo estremamente sintetico, prendendo magari in esame dei macro-campi (nanotecnologie, biotecnologie ecc., per esempio)!
In ogni caso l'ultima parola spetta a te, mi pare ovvio ;)