9 marzo 2012

Trapiantato il primo organo sintetico

Il primo organo sintetico è stato trapiantato nel giugno 2011, First synthetic organ transplant ~ The Science News da un gruppo di chirurghi in Svezia. Ed un secondo è stato trapiantato a novembre negli Stati Uniti. Si tratta di trachee sintetiche create su misura del paziente alla London University. La struttura è stata poi coperta con cellule staminali ottenute dal midollo osseo del paziente e quindi impiantata. Specifici fattori di crescita sono stati usati per far differenziare le cellule staminali in cellule tracheali. Dopo l'impianto queste cellule hanno continuatao a dividersi e differenziarsi rispondendo ai segnali metabolici del corpo. Secondo un articolo del New York Times, Synthetic Windpipe Is Used to Replace Cancerous One, il costo totale del trattamento è stato di 450.000$. Con il diffondersi della tecnica il costo è sicuramente destinato a diminuire di molto. Entrambi i pazienti stanno bene e sono tornati a vivere con le loro famiglie. In particolare, Christopher Lyle di 30 anni è potuto tornare a casa a giocare con la figlia di 4 anni ed è stato intervistato telefonicamente dai giornalisti del New York Times.

L'ingegneria dei tessuti è un campo che ha progredito in modo discontinuo negli anni. Le speranze di poter produrre organi complessi, fino ad ora, sono state infruttuose, ma la produzione di tessuti più semplici sta cominciando a dare frutti: alla Wake Forest University sono riusciti a produrre vesciche sintetiche trapiantate in pazienti con spina bifida.

Nessun commento: