27 marzo 2012

Longevismo: lo stato dell'arte nel 2020


FightAging dedica un articolo alla futurologia longevista, cercando di stimare a che punto saremo fra otto anni. Provo a descrivere le sue previsioni (i link, a parte il primo qui sotto, sono ad altri articoli di FightAging):

L'approccio alla ricerca anti-invecchiamento della SENS Foundation di Aubrey de Grey e' di "riparare", con interventi biotecnologici, le lesioni che gli anni portano all'organismo. Entro il 2020, stima FightAging, emergera' un'organizzaione in grado di investire in tale approccio un budget intorno ai 5 milioni di dollari l'anno. Potrebbe trattarsi della stessa SENS Foundation o di un'altra organizzazione che ne adottera' l'approccio.

I primi risultati della ricerca condotta alla SENS Foundation nella rimozione di aggregati cellulari saranno nelle mani delle grandi case farmaceutiche e in fase di sviluppo.

Semplici "trapianti" di staminali saranno disponibili negli USA, senza che la FDA tenti di metterli al bando. Si trattera' principalmente di cellule staminali non modificate, cioe' ottenute dal paziente stesso. Per capire cosa ci aspetta, FitghtAging consiglia di dare un'occhiata allo stato dell'arte odierno della medicina veterinaria. Dapprima, le terapie piu' avanzate saranno solo disponibili in cliniche estere (cioe' non-USA).

L'obiettivo di raddoppiare le aspettative di vita del topo di laboratorio non sara', ancora, stato raggiunto.

Vedremo dei solidi progressi per quanto riguarda la rimozione di cellule senescenti e il riparo parziale dei danni al DNA mitocondriale, nei topi da laboratorio. Entrambi tali approcci estenderanno le aspettative di vita, ma non quanto sperato. Ciononostante, questi saranno i primi esempi di interventi biotecnologici in grado di ringiovanire un organismo, invece di rallentarne l'invecchiamento.

La "decellularizzazione" degli organi per trapianti sara' stata perfezionata per tutti gli organi principali e funzionera' in esperimenti su animali.

Organi "stampati": avremo un primo organo prodotto da stampanti 3D (cuore, rene o fegato) che sara' trapiantato con successo in un animale da laboratorio.

I denti cresciuti da cellule staminali e impiantati saranno una realta' (non ancora capillarmente diffusa).

Le immunoterapie tumorali saranno ancora nei laboratori, negli Stati Uniti, ma una prima generazione di queste terapie sara' disponibile in altre nazioni creando nuove mete per i viaggi della speranza.
Gruppi di hobbysti organizzati online lanceranno progetti di "biotecnologia fai-da-te" crowdsourced. Un possibile progetto di potenziamento umano potrebbe riguardare una terapia genica mirata all'incremento della massa muscolare.

Immagine: Old to Young

    Nessun commento: