1 febbraio 2012

Il cuore non batte, ma il paziente sta bene...



'Heart Stop Beating', qui sopra, mostra come Billy Cohn e Bud Frazier, due dottori del Texas Heart Institute, hanno sostituito il cuore di un paziente, nel marzo 2011, con un cuore artificiale a 'flusso continuo', salvandogli la vita. Posizionando uno stetoscopio sul petto del paziente non si sente alcun battito... Il che mi ha fatto pensare: quante delle caratteristiche che oggi consideriamo parte essenziale del nostro 'essere umani' possiamo perdere, sostituire, modificare o migliorare, senza mettere in dubbio la nostra umanita'? A quali caratteristiche non sapreste rinunciare? E siete sicuri che siano talmente importanti da scegliere la morte piuttosto di sacrificarle? Penso che piu' avanzeremo verso il cyborg, modificandoci anche radicalmente per ragioni mediche, e piu' impareremo a concentrarci su quanto e' veramente importante nella vita...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Le caratteristiche umane sono importanti, ma mai quanto una: il fatto che esistiamo.
Qualunque aspetto, personalmente, può essere sacrificato se mi consente di continuare ad esistere.
In una prospettiva a più lungo termine, poi, si riacquisterà il proprio corpo così come lo si desidera in una realtà virtuale indistinguibile da quella "reale" (dell'ordine di realismo del film The Matrix).
Questo il mio pensiero :)

GNR

Anonimo ha detto...

il mio modo di pensare unito alle esperienze precedenti, tutti i ricordi accumulati nella mia vita passata, l'educazione ricevuta e maturata nel tempo, i valori morali che ho assimilato e in cui credo; la consapevolezza di sè stessi e tutte quelle caratteristiche e quei tratti distintivi che hanno prodotto il mio essere. a questo non rinuncerei mai.